Menu
Assign a 'primary' menu

Category Archives for "SEP"

Ago 21

SEP FB

By myreflexmania | SEP

IL 17 SETTEMBRE 2020 INIZIA....

Smettere di Essere Principiante

L'unico corso online per imparare il linguaggio della fotografia

Se quando guardi le tue foto pensi:

"Non è venuta!" ,"Non rende" ,"Dal vivo era tutta un'altra cosa!"

 il problema non è la tecnica.

Con Marco Scataglini...

30 anni di esperienza sul campo e best seller Amazon Italia.

30 anni di esperienza sul campo e best seller Amazon Italia.

…abbiamo creato il primo corso online che insegna a realizzare fotografie capaci di comunicare a chi la osserva le emozioni che sentivi al momento dello scatto.

"La tecnica deve essere messa al servizio del messaggio che vuoi trasmettere con la tua fotografia, ma la cosa importante è decidere cosa vuoi raccontare con il tuo scatto, e poi scegliere gli strumenti giusti per ottenere il risultato."

Vuoi saperne di più?

Entra in lista e scopri tutti i segreti di Smettere di Essere Principiante

Marco Scataglini

Smettere di Essere Principiante è molto diverso dai normali corsi di fotografia.


Questi ultimi infatti si concentrano sul funzionamento della macchina fotografica e sugli elementi tecnici di base, dal triangolo dell’esposizione alla profondità di campo.

Invece, in Smettere di Essere Principiante, l'aspetto meramente tecnico è secondario, non perché non sia importante, ma semplicemente perché va inteso come uno strumento, non il fine.


Tutti i bravi fotografi hanno qualcosa che li accomuna.


E’ la capacità, quando l'occhio coglie “qualcosa”, di tirare su la macchina fotografica e cominciare a scattare per raccontarlo.

Marco Scataglini

Fotografie di Marco Scataglini

Ed è per questo che la filosofia alla base del metodo di questo corso è in essenza semplice: la fotografia è un linguaggio, e come tale deve essere trattata.

  • Vuoi imparare a comunicare un messaggio con i tuoi scatti?
  • Vuoi stimolare la tua creatività fotografica in modi che non hai mai provato prima?
  • Vuoi scoprire come si racconta una storia fotografando?
  • Vuoi imparare a "leggere" le tue foto e quelle dei grandi fotografi?
  • Vuoi stimolare la tua creatività fotografica in modi che non hai mai provato prima?
  • Vuoi imparare a mettere te stesso e le tue emozioni nelle tue fotografie?
  • Vuoi imparare a pensare e scattare "per progetti"?

Smettere di Essere Principiante è un percorso di laboratori fotografici tramite i quali costruirai, mattone su mattone, la tua consapevolezza di fotografo, imparando a padroneggiare il linguaggio della fotografia.


Un percorso che parte dalla costruzione dei primi scatti e ti guida passo-passo fino allo storytelling fotografico e alla realizzazione di un portfolio completo.


Abbiamo identificato quelli che chiamiamo i 6 pilastri del linguaggio fotografico, che costituiscono le fondamenta della costruzione dell’immagine e del progetto in fotografia.

  • I. Il Pilastro dell’Ispirazione – Scopri come la costruzione di una immagine "che funziona" (che cattura il suo pubblico), passa attraverso la capacità di mettere te stesso nei tuoi scatti.
  • II. Il Pilastro dell’Ideazione – Come si trasforma un'idea in una immagine efficace? Quali strumenti e trucchi puoi usare per trasformare un'idea razionale in un processo creativo? Con il Pilastro dell’Ideazione scopri i segreti per stimolare la tua creatività.
  • III. Il Pilastro della Realizzazione – Il flusso di emozioni risvegliati grazie al Pilastro dell’Ispirazione deve essere incanalato nei processi ideativi propri del Pilastro dell’Ideazione, in modo da far confluire la tua energia creativa dei tuoi scatti attraverso un flusso di lavoro efficace e ordinato.
  • IV. Il Pilastro della Pianificazione – Per fare il vero salto di qualità, devi imparare a riconoscere il valore aggiunto della serie fotografica rispetto alla fotografia singola. Il Pilastro della Pianificazione è il metodo grazie al quale concepire e realizzare un progetto fotografico strutturato.
  • V. Il Pilastro dell’Elaborazione – Scopri come sviluppare un progetto con coerenza e senza perderti. Che struttura deve avere un progetto per essere efficace? Con il Pilastro dell’Elaborazione impari ad evitare la dispersione, che ti fa iniziare mille progetti per poi non portarne a termine nemmeno uno, e rendi più efficiente il tuo flusso di lavoro.
  • VI. Il Pilastro della Sintesi – Fare ottime fotografie non basta, se poi non sei in grado di mostrarle in modo efficace al tuo pubblico. Come si scelgono gli scatti più efficaci? Quanti ne devi scegliere? Come si organizza una sequenza? Il Pilastro della Sintesi serve a questo: imparare a concentrare tutto il tuo lavoro nella migliore sequenza di immagini da mostrare al tuo pubblico.

DALLA FOTOGRAFIA AL PROGETTO

I primi  3 pilastri ti portano a costruire una immagine significativa, quella che possiamo definire "una buona foto".


Grazie agli ultimi 3 pilastri invece, allarghi i tuoi orizzonti, arrivando a pensare in termini di progetto fotografico, e non di semplice fotografia.


Molti fotografi infatti, anche in gamba, si fermano alla ricerca della singola immagine, ed è un vero peccato, perché è come scrivere una unica frase quando si può scrivere un racconto, o addirittura un intero romanzo.


E poco importa che il tuo pubblico siano gli amici, la famiglia o i visitatori di una mostra.

Carlo Traini, studente SEP e premiato al Siena Creative Awards 2020, categoria Nature & Landscape

Tutti insieme, questi 6 pilastri costituiscono la chiave per aprire la porta della consapevolezza dell'atto fotografico


Acquisendoli, ti accorgerai che cambierà completamente il tuo approccio all'immagine fotografica, sia come produttore che come fruitore.


Ti incamminerai per un viaggio nel quale parti da una singola fotografia ben riuscita per arrivare, se lo vuoi, a una intera storia raccontata attraverso le immagini.

Lasciamo che a parlare siano alcune foto dei nostri corsisti...

Alessandro Sassi

Piero Barbella

Stefania Di Bolo

Alessandro Marzo

Augusto Vivi

Tiziano Pellegrini

In Smettere di Essere Principiante, i 6 pilastri del nostro metodo si sviluppano in 6 sezioni di un corso online, che ti portano progressivamente ad acquisire le competenze e la consapevolezza necessarie a concepire, organizzare e realizzare un progetto fotografico completo e coerente.


Sia che si tratti di una singola foto ricordo, sia che si tratti del tuo primo reportage.

Carlo Traini

Barbara Salvai

Con Smettere di Essere Principiante acquisirai un metodo che ti permetterà di:

• Sviluppare la tua capacità di vedere, e quindi di raccontare e comunicare con la immagini.

• Mettere la tecnica al servizio della creatività, e non viceversa.

• Pianificare, organizzare, e realizzare un progetto fotografico tutto tuo.


Insomma, vuoi uscire dalla banalità delle foto “carine” e imparare davvero a parlare il linguaggio della fotografia?

Allora questo corso è per te.

Vuoi saperne di più?

Entra in lista e scopri tutti i segreti di Smettere di Essere Principiante

Il nostro metodo funziona perché Marco Scataglini segue personalmente tutti gli studenti uno per uno.

“Inizialmente, il fatto di affrontare un corso online mi lasciava molto perplesso sui risultati. Invece il corso è molto fluido e lascia i tempi per metabolizzare le lezioni.”

“[…] è migliorato il mio approccio con la fotocamera, meno dubbi su cosa e come osservare.”

Da non perdere soprattutto per chi, come me, ha una discreta conoscenza del mezzo ma è carente di idee.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
MARINO GARBO

“Dire che la maniera di far foto sia migliorata è un eufemismo”

“Mi sono state molto utili le critiche costruttive che ho ricevuto. Il rendermi conto di quando una mia foto piacesse solo a me. Avere un riscontro del fatto che il messaggio che volevo trasmettere fosse stato recepito o meno.”

“E’ un’occasione da non perdere per chiunque scatti fotografie. Siano essi provetti o principianti.”

profile-pic
Marco Claudio Contini

“Già dalle prime lezioni mi sono accorto di aver fatto un buon acquisto.”

“Non ho ancora cliccato finisci il corso perché credo di scoprire qualcosa di nuovo ogni volta

“Penso che non dovrebbe acquistare il corso solo chi non vuole imparare ma ritiene di sapere già tutto.”

profile-pic
Ivan Cattoni

“Penso che la mia maniera di fotografare sia in continua evoluzione e questo corso mi ha dato e mi darà gli stimoli necessari perché questo continui ad avvenire.”

“Sento di potermi esprimere più liberamente!”

“Il programma del corso - con il susseguirsi delle lezioni e delle esercitazioni, degli esempi e dei collegamenti - è una vera miniera di spunti e di suggerimenti.

profile-pic
Vanda Guazzora

“[…] ero convinta di avere bisogno di basi tecniche, ma poi mi sono resa conto che fare fotografie è ben più complesso, lo scatto è il momento finale, ma la sua costruzione richiede molto di più.”

“[…] dal punto di vista culturale, ho trovato molto stimolanti i case study e gli approfondimenti storici.”

“Gli esercizi commentati individualmente e condivisi con il gruppo consentono di riflettere ed imparare molto dal confronto.”

profile-pic
Donatella Cursi

Fin da subito non ho avuti dubbi. Conoscevo da tempo Reflex-Mania ed avevo sperimentato la loro serietà.”

“[…] pur non avendo frequentato prima nessuna scuola o corso di fotografia, ho capito e quindi migliorato le mie foto.”

“Ora metto in ogni scatto i miei sentimenti e posso finalmente dire le "mie foto".”

profile-pic
Alvaro Piermattei

“[…] ho imparato a pensare la fotografia come un processo le cui fasi, messe nel giusto ordine, mi hanno fatto acquisire la consapevolezza dell'atto fotografico.”

“[…] mi ha consentito di esprimermi immediatamente in modo più compiuto.”

“[…] fare il salto di qualità verso la consapevolezza e le motivazioni del fotografare.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
GIOACHINO DIVITA

Grazie all’ironia di Marco e alla sua capacità di trasmettere l’esperienza che ha in materia, ho imparato un nuovo modo di fare fotografia che va oltre la bella foto perfetta.”

Ogni lezione è stata una novità e una piacevole sorpresa, anche se alcune molto impegnative.”

“[…] ho capito che è possibile usare il linguaggio fotografico come mezzo per comunicare agli altri le proprie idee.”

profile-pic
Augusto Vivi

“[…] sapere Marco sempre lì pronto a rispondere a qualsiasi tipo di domanda o dubbio sollevato da chiunque. E' una grande ricchezza.

“Penso molto di più a quello che voglio scattare e porto a casa foto che mai avrei immaginato di poter realizzare.

Mi sento parte di un gruppo che so non mi abbandonerà anche in futuro.”

profile-pic
Serena Maurizi

“La prima edizione del corso mi era sfuggita proprio perché ci ho voluto pensare troppo prima di decidere. Col senno di poi avrei dovuto buttarmi subito.”

“Ti apre un mondo che non ti immagini e dopo potrai solo migliorare quello che in realtà già sapevi fare, ma che non avevi mai pensato di poter realizzare.”

“[…] sono riuscito a realizzare foto che prima mai mi sarei sognato di fare.

profile-pic
Marco Forcina

“I dubbi iniziali sono svaniti, proprio perché questo corso si è rivelato qualcosa di onnicomprensivo, in grado di dare davvero tanto

“Mi rendo conto di aver acquisito una maggiore concentrazione quando scatto delle foto, il chiedermi se davvero riesco a catturare nell'inquadratura quello che ho in mente.”

“Raccomanderei assolutamente questo corso al tipo di fotografo che vuole evolvere, crescere.”

profile-pic
Cristina Priori

“[…] mi sento davvero molto migliorata. Ho imparato a riflettere molto di più prima di scattare per mettere a fuoco il messaggio e fare delle fotografie pensate.”

“[…] il corso è organizzato in maniera da permettere la gestione del tempo in modo personale.”

“Mi ha invaso una sensazione di libertà, fin dalle prime settimane.”

profile-pic
Donatella Guerrini

“Una cosa è pigiare un pulsante, ed un'altra è scattare una foto, fermare un'immagine.”

“Ho cercato di affrontare "a tutto tondo" il problema, con l'aiuto di Reflex-Mania.”

“Poter ri-studiare fino alla noia ogni lezione, mi permette di assorbire, ogni volta, sempre nuove nozioni/tecniche.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
ANTONIO VISCONTI

[…] il corso è molto divertente e fatto in modo che ognuno lo possa affrontare al proprio livello.”

“I vari punti di vista sullo stesso argomento aiutano a vedere le cose che normalmente non si notano.”

“In più ho apprezzato molto la libertà di poter fare gli esercizi in qualsiasi momento, l’avere sempre a portata di mano tutte le info necessarie, l’avere sempre a disposizione qualcuno che ti possa dare un consiglio spassionato.”

profile-pic
Ineska Brbic

“​Di certo questo è un corso che aumenta la consapevolezza, allontanando la dispersività delle idee”

"Questo corso è decisamente formativo, la tanto temuta "fuffa" di molti corsi è fortunatamente assente.”

“Direi che il fotografo più adatto a questo corso è quello che ha deciso di passare da una compatta a una reflex entry level, perché ha già compreso che i limiti tecnici di una fotocamera potrebbero restringere le proprie velleità artistiche…”

profile-pic
Giancarlo Rapetti

Ho finalmente ”aperto" gli occhi nel fotografare il mondo intorno a me.”

“Ho apprezzato tutto il corso, dall’inizio alla fine. Complimenti!!! A saperlo prima…

“Le competenze di Marco Scataglini e il suo saper coinvolgere mi hanno portato a osare… e sperimentare.”

profile-pic
Piero Barbella

“E' un corso intenso, fedele allo scopo che si prefigge e molto ben seguito.”

“ […] il mio modo di pensare alla fotografia si è senz'altro evoluto, grazie all'attività del gruppo e dei commenti, sempre puntuali e tempestivi di Marco Scataglini”

“Ho apprezzato in particolare lo stimolo degli esercizi, con la possibilità di apprendere anche osservando quanto fanno gli altri e da quello che commenta Marco.”

profile-pic
Alessandro Sassi

“Inizialmente avevo […] un po' di titubanza perché con la reflex ho cominciato da meno di un anno

“I risultati mi pare siano andati bel al di là di ogni ottima previsione.”

“[…] la particolare bravura di Marco Scataglini nell'insegnamento […] è cosa rara: si può essere bravissimi in una disciplina, ma non saperla insegnare e Marco è stato molto bravo.”

Raccomanderei Smettere di Essere Principiante, in verità, a tutti. Come allargamento dei propri orizzonti culturali.”

profile-pic
Giulio Gaetano De Gregorio

“La previsualizzazione di una fotografia, e poi la successiva creazione, è veramente una soddisfazione.”

“[…] mi è ritornato il desiderio, assopito da molti anni, di riprendere a fare fotografie ma con un salto di qualità.”

Penso davvero che il corso sia fatto benissimo.

profile-pic
Luigi Rigoli

“[…] è migliorato il mio modo di pensare alla fotografia, e soprattutto quello di osservare e vedere quello che vorrei fotografare.”

“[…] guardare le cose da tanti diversi punti di vista”

“Credo che sia il corso giusto per chiunque abbia voglia di mettersi in discussione, qualunque sia il suo livello di partenza.”

profile-pic
Beatrice Limodio

“Sono circa a metà percorso, ma già vedo dei grossi miglioramenti nelle mie performance

“Sto trovando modalità espressive che non pensavo sarei stato capace di utilizzare

“Ritengo sia decisiva l'interazione con Marco e con gli altri partecipanti”

profile-pic
Giorgio Bianchi

“Ho frequentato altri corsi di fotografi e mi hanno sempre lasciato insoddisfatta perché davano un infarinatura su tutto ma non approfondivano gli argomenti.”

Questo corso mi sta servendo ad entrare dentro di me e mi sta aiutando a farmi delle domande su quello che voglio esprimere

Raccomanderei il corso a chi è principiante. Apprezzerebbe questo corso un appassionato che si vuole mettere in gioco sperimentando.”

profile-pic
Mara Culicchi

Marco Scataglini è il grande valore aggiunto di Smettere di Essere Principiante! Un grande fotografo ma soprattutto una gran bella persona […]”

“Le sue risposte sono sempre attente e precise ma soprattutto tempestive; le esercitazioni "educative"; il corso SEMPRE accessibile.”

“[…] sento di aver maturato una maggior consapevolezza: so cosa voglio trasmettere con una fotografia […]”

profile-pic
Sandra Stanoppi

“[…] la grande disponibilità di Marco, i temi proposti (anche nelle esercitazioni settimanali), sempre molto vari e interessanti e l’interazione anche con gli altri studenti, sono tutti elementi che ho apprezzato molto.”

“[…] Anche se l'approccio è virtuale, Smettere di Essere Principiante risulta essere invece molto personale, interattivo e coinvolgente.”

“[…] mi ha fatto capire che le cose vanno guardate da punti di vista diversi anche se non sono proprio nelle "corde" personali […]”

profile-pic
Mariarosaria Miloso

“Avevo voglia di sperimentare, e mi è subito parsa l’occasione giusta”

“Grazie a questo corso ho capito che c’è un altro modo di fare fotografia”

“Non ho trovato davvero nulla che non funzioni o che cambierei”

profile-pic
Luca Sinisgalli

“Ho trovato un’elevata qualità ad un prezzo assolutamente ragionevole e adatto ad un principiante.”

“Gli esercizi individuali *all'interno del gruppo*, commentati sempre con garbo ed assoluta competenza di Marco Scataglini, da soli varrebbero il corso.”

“[…] adesso ogni conoscenza si è come, per così dire, espansa e aperta a nuove possibilità.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
RICCARDO PAPINI

“Non avevo una connotazione, una identità personale, vagavo un po’ fra le foto di artisti che vedevo”

“Smettere di Essere Principiante mi ha aiutato ad avere una mia ottica, capire ciò che mi piace fotografare e dove mi riconosco.”

“In questo corso ho trovato chiarezza nell’insegnamento, tolleranza ma anche fermezza nel giudicare, e questo lo apprezzo molto.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
CATIA PAPIRI

E’ cambiato tantissimo, dal fotografare con timidezza ad un modo di farlo consapevole, aperto a tante osservazioni ed emozioni.”

“I webinars sono stati tutti approfondimenti ricchi di significato.”

“[…] meccanismi e contenuti che aprono veramente la nostra mente […]”

profile-pic
Rosamilla Barbisan

“ E' un corso che stimola la creatività, grazie ai numerosi esercizi proposti. Mi ha stimolato ad avvicinarmi alla scoperta e conoscenza di famosi fotografi e alla lettura di una foto, argomento che non conoscevo.”

Vorrei fare i miei complimenti per la serietà e la disponibilità con cui Marco segue costantemente tutti gli allievi e per i preziosi consigli che fornisce nei webinar.”

Ho apprezzato la quantità di materiale che viene fornito e il fatto che se non si riesce a stare nei tempi per qualsivoglia motivo, c'e' possibilità di recupero successivo praticamente senza limiti di tempo.”

profile-pic
Daniela Bruss

“ […] è migliorata la mia maniera di vedere la fotografia. Ora evito quasi sempre di fare foto singole e non legate ad un tema. ”

“soprattutto merito della capacità di insegnare di Marco Scataglini”

“Non saprei a chi sconsigliarlo…”

profile-pic
Ezio Riccardi

“Posso dire con certezza che è cambiato il mio modo di "guardare"

“Penso che questo sia un metodo molto valido per dare la possibilità di crescere seguendo un percorso personale

“I miei occhi sono più attenti…

profile-pic
Barbara Martinoglio

“L'iscrizione attraverso il web mi spaventava un po'...poi tutto è andato alla meraviglia!”

Mi rendo conto di aver acquisito una maggiore consapevolezza fotografica [...] ho certamente imparato a pensare prima di scattare sia in riferimento alla progettualità che al messaggio che vorrei mandare con l'immagine”

“Raccomanderei questo corso a chi, dotato di basi fotografiche, voglia alzare la propria competenza scegliendo il tempo da dedicarvi in autonomia”

“Sono appena tornata da un viaggio importante ed ho sperimentato che il mio approccio fotografico si è evoluto, mi risuonavano in testa le parole di Marco ed i miei risultati sono stati superiori a quelli standard.”

profile-pic
Stefania Musolesi

“[…] la cosa che ho apprezzato di più è stata Marco Scataglini: il docente, la struttura che ha dato al corso e il suo metodo di insegnamento.”

“Trovo il taglio di Smettere di Essere Principiante, culturale concettuale storico ed anche psicologico, veramente unico! Ed è in effetti quello che non avevo mai trovato prima!

Ha cambiato il mio modo di pensare la fotografia […]”

profile-pic
Alfredo Grosso

“Marco Scataglini ci sta indirizzando a vedere le fotografia con occhi diversi, ha mettere parte di noi e dei nostri sentimenti nelle foto, ad esprimerci tramite la macchina fotografica.”

“Raccomanderei certamente il corso di Marco a tutti quei fotografi o aspiranti tali che abbiano le capacità di riconoscere i propri limiti e, quindi, il desiderio di superarli.

“Invece non ritengo questo corso adatto a chi crede di essere già un professionista, chi non sa impegnarsi con costanza e metodo, chi tiene molto a dire "mi sono fatto da solo".”

profile-pic
Enzo Pernigotti

“[…] si impara davvero tanto.”

“Uscire con già in testa la foto da fare.”

“Imparare a trovare la giusta inquadratura, la giusta luce.”

“Imparare a "leggere" una fotografia.”

profile-pic
Tiziano Garuti

“il corso […] creatività, libertà, superamento di barriere e preconcetti e, non ultimo, divertimento.”

“Il passaggio cruciale per me è l'idea del racconto fotografico, andare oltre la singola immagine e costruire la propria storia per rappresentare nel modo più completo un proprio pensiero.”

“Complessivamente il mio giudizio sul corso è del tutto positivo, buono il rapporto qualità prezzo, comoda la modalità di fruizione senza che il non incontrarsi di persona comprometta il coinvolgimento nel corso e il senso di far parte di un gruppo.”

profile-pic
Orietta Turrini

“[…] la cosa che fa la differenza è la grande professionalità e conoscenza di Marco Scataglini

“[…] Con i consigli di Marco ho esplorato modalità e tecniche fotografiche nuove, e ho imparato l'importanza di pensare e progettare”

“[…] con questo vostro corso mi sono sentito parte di un bellissimo gruppo di amanti della fotografia

profile-pic
Massimo Lucenti

La grande "presenza", le grandissime conoscenze e il riguardo offerti da Marco Scataglini sono impagabili.”

“Credo che, in assoluto, l'affiancamento del tutor (Marco) sia stato e sia il reale valore aggiunto ad un percorso formativo di un corso già di per sé di grande livello”

Sono più padrone di ciò che faccio, […] ho a disposizione molte regole "creative" che non conoscevo, […] sento maggiori stimoli nel guardare meglio le cose che vedo.”

profile-pic
Sergio Franzin

Sono diventata più esigente con me stessa e riguardando foto scattate anche solo qualche mese fa, noto immediatamente alcuni "errori" che non vorrei più ripetere.”

“[…] in qualsiasi momento si può contare sulla presenza di un "Maestro" pronto a tendere la mano e a guidare il "principiante" nella soluzione dei problemi.”

“[…] l’elemento chiave del successo di Smettere di Essere Principiante è stata la miscela di interattività e libertà.

profile-pic
Maria Lodi

“[…] grazie a Smettere di Essere Principiante ho raggiunto una più profonda conoscenza di me stessa.”

“Tutto mi ha colpito e sfidata. Per me è stato come ricostruire una casa dalle macerie.

“Mai perdere di vista che l'essere umano è importante per fotografare in eccellenza.”

Giudizio: 4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

profile-pic
ESTER LIDIA GRAZIELLA

“Credo proprio che sia cambiato il mio modo di pensare alla fotografia.”

“[…] ho apprezzato tantissimo la capacità comunicativa di Marco Scataglini. La sua semplicità espositiva riesce a catturare l'allievo rendendolo sempre più entusiasta della partecipazione al corso…”

“Consiglierei Smettere di Essere Principiante a chiunque sia interessato ad un tipo di fotografia che definirei "non convenzionale”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
ROBERTO DONDO

“​Marco dice delle cose veramente utili ed originali, che vanno al di là delle tecniche spiegate nei corsi standard"

“È un corso che ti prende simpaticamente per un orecchio e ti fa venir voglia di scattare per forza, anche a soggetti nuovi, facendoti emergere l'ispirazione ed idee per creare un'immagine unica, interessante ed emozionante.”

“Le stesse foto utilizzate nelle lezioni fanno venire il desiderio di imitarle ed addirittura di creare qualcosa di più originale, stimolando la fantasia.…”

profile-pic
Felice Fiorentini

“[…] mi ha convinto l’approccio di Marco alla fotografia, e il metodo seguito per parlarne.”

“Come allievo, vieni portato a capire le cose con esercitazioni mirate, che magari li per li non capisci, poi ad un tratto ti viene da dire - ecco il perché…”

“Che dire, rimpiango di non averlo fatto prima.

profile-pic
Gilberto Nescatelli

“Consiglierei Smettere di Essere Principiante a chi vuole imparare a “pensare” diversamente la fotografia

“Smettere di Essere Principiante è rivolto alla mente del fotografo”

Marco corregge sempre tutti gli esercizi”

profile-pic
Patrizia Dello Russo

“Fare gli esercizi e postarli sul gruppo mi fa vincere l’inerzia e anche i commenti di Marco mi stimolano ad approfondire.”

“Ho apprezzato in particolare gli esercizi “strani”. Credo siano un modo di portarti dentro alla materia quasi senza accorgertene.”

“Per capire la fotografia nella sua essenza, cioè come linguaggio, lo consiglierei a tutti.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
TINDARO BARCHITTA

“[…] è stato molto utile a capire il motivo della mancanza di forza o di comunicazione di immagini tecnicamente tutto sommato corrette.”

“Ho acquisito il modo di guardare una immagine, come analizzarla. Capire come un'immagine trasmette una emozione e perché.”

“Lo consiglierei a chi ama fotografare in generale.“

Giudizio: 4 out of 5 stars (4 / 5)

profile-pic
ROBERTO ASPETTATI

“Marco è un ottimo insegnante perché trasmette le cose con chiarezza ed è in grado di coinvolgere le persone anche se la classe non è fisicamente presente.”

“Il corso è decisamente fuori dagli schemi e - cosa importantissima - mi ha fatto tornare la voglia di fotografare che si era un po' spenta”

“Consiglierei Smettere di Essere Principiante a tutti coloro (e credo che prima o poi capiti a tutti) che si trovano in un momento di stallo, di non creatività, di 'stanchezza' fotografica.”

profile-pic
Maurizio Paglia

“[…] il mio modo di pensare e affrontare la fotografia è cambiato radicalmente.”

“Marco con il suo grande impegno nell’insegnare, raccontare e analizzare la fotografia e le immagini, ha fatto sì che mi si aprisse un nuovo mondo.”

“Consiglierei il corso a tutti coloro che vogliono trovare nuova ispirazione, nuove idee e soprattutto trovare il proprio stile.”

profile-pic
Angelo Negri

Dopo circa 20 anni di inattività questo corso mi ha fatto tornare la voglia di ricominciare a fotografare mettendomi in gioco e allargando i miei orizzonti.”

“Ho apprezzato molto la disponibilità di Marco, e di tutto lo staff. E poi anche la possibilità di confrontarsi in modo costruttivo con gli altri partecipanti.”

“[…] essere seguiti passo a passo con gli esercizi.”

profile-pic
Mariano Eugenio Rizzuto

“Marco è un grande professionista che con capacità, disponibilità, conoscenze ha tessuto tutti gli elementi in una trama articolata, completa e continuamente ricca di spunti, di cultura e riflessione personale.”

“Il tutto è reso ancora più efficace dall’interazione con Marco e tra gli studenti, dai webinar di Marco, e dal modo in cui è strutturato il metodo […]”

“L’appassionato che si vuole mettere in discussione, che non ha remore a "ricominciare" e che ha voglia di approfondire, di iniziare un percorso certamente apprezzerà."

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
MAURIZIO GUARINO

“Posso dire che già dalla lettura dei primi paragrafi, il corso subito mi ha presa...

“[…] ho capito che il mio modo di scattare era (ed è ancora) da principiante e il corso mi sta aiutando a superare questo limite.”

“Raccomanderei sicuramente questo corso, non solo ad un amatore principiante come me, ma anche a chi ha raggiunto un livello più avanzato, perché il corso ti porta a intraprendere un percorso completo.”

profile-pic
Anna Cammarota

“Ora ho capito come si può costruire un messaggio in modo efficace

“La presentazione del corso di Marco mi ha sicuramente colpito, proprio perché diversa dalla maggior parte delle lezioni che si trovano online sull’argomento. L’ho sentita più affine al mio modo di essere."

“Ho capito perché è importante saper progettare una fotografia prima di scattare, ho visto con i miei occhi come quest’arte si fonde con altre discipline come la pittura e la psicologia, e mi sono stupita…”

profile-pic
Valentina Zanzottera

“Grazie a Smettere di Essere Principiante sono aumentate la mia sensibilità e la mia attenzione a tutti gli aspetti della comunicazione con il mezzo fotografico”

“Lo consiglio caldamente a chi si muove già bene dal punto di vista tecnico ma vuole fare un salto di qualità dal punto di vista della capacità espressiva”

“[…] la possibilità di mettere in pratica i contenuti del corso grazie alle esercitazioni settimanali e ricevere dei feedback puntuali da parte del docente.”

profile-pic
Roberto Beretta

“Posso dire che il mio approccio alla fotografia è cambiato molto ed ancora sento che lo sta facendo.”

Il corso può essere apprezzato da una vastissima ed eterogenea platea di fotoamatori, grazie alla sua estrema flessibilità ed alla capacità di Marco di modulare i commenti in base alle capacità tecniche e culturali di ognuno”

“[…] non avrei dubbi a mettere Marco al primo posto in assoluto tra le qualità che ho apprezzato in questo corso”

profile-pic
Aldo Capettini

Mi sono sentita seguita più qui che nei corsi seguiti in aula”

“[…] mi sono fidata e per fortuna sono stata più che ricambiata”

“La conseguenza di questo modo di guardare il mondo è trovare più cose di fotografare, adesso vedo cose che una volta non percepivo proprio.”

profile-pic
Claudia Contreras

“Grazie a questo corso la mia visione al mondo che mi circonda è cambiata ed è un continuo divenire.”

“E’ un corso che ti lascia completamente libero di esplorare grazie alla varietà degli esercizi proposti, alla disponibilità di Marco nel seguirti, e anche alla discrezione e alla gentilezza dei compagni di corso.”

Posso solo ringraziarvi di cuore per aver dispensato con tanta generosità le vostre esperienze.”

profile-pic
Giovannina Bottan

“Smettere di Essere Principiante è molto stimolante. Aiuta a sperimentare e andare oltre la mera tecnica.”

“Ora, ogni volta che prendo in mano la mia reflex cerco di studiare la fotografia che desidero ottenere. Mi chiedo come dovrei agire per ottenere il risultato prefissato.”

“Marco si è reso disponibile a fornire ulteriori spiegazioni e suggerire approfondimenti anche per quelli, come me, più a digiuno di competenze tecniche.”

profile-pic
Matilde Labriola

“[…] mi ha molto incuriosito, sto cercando di mettere in pratica alcuni aspetti del fotografare che prima non consideravo.”
“[…] ho apprezzato molto l’interattività e la partecipazione […]”
“[…] le spiegazioni sempre accessibili e le analisi dei fotografi importanti sono tutti elementi che ho trovato decisamente positivi.”

profile-pic
Marco Severgnini

“Questo corso è espressione di un desiderio di fedeltà all’arte, anche a costo di nuotare contro corrente e dissociarsi con garbo dal mainstream”

“[…] mi aspettavo che la proposta commerciale fosse molto più onerosa di quel che poi è stata.”

“Il fil rouge che ho ricavato dal concetto di equivalents a quello di serie/racconto mi ha spiazzato, confuso e infine mi ha dato il senso di tutto.”

profile-pic
Antonino Caldarella

“Sono convinta che il corso possa fare bene a chiunque abbia voglia di mettersi in gioco”

“Marco è non solo innegabilmente competente, ma anche simpatico. Il suo commento arriva praticamente immediato, e le sue proposte spaziano in una varietà di cose da fare che mi ha sorpresa.”

“Percepisco i progressi, fatti di piccoli passi che si susseguono con continuità”

profile-pic
Mariella Rizzotti

“[…] mi ha colpito l'approccio originale (in estrema sintesi, il pensiero viene prima della tecnica)”

“La mia maniera di fotografare, ancora largamente imperfetta, sta però migliorando quasi quotidianamente.

“Conoscere in maniera approfondita una materia, non significa necessariamente saperla spiegare e insegnare. Ma non è questo il caso.”

“Con una metafora, posso dire che questo è un corso di "slow photography", quindi poco adatto a chi mangia (fotograficamente parlando) da Mac Donald's, ma dedicato invece a chi vuole gustarsi davvero questo magnifico mondo fino in fondo.”

profile-pic
Antonio Cometto

“[…] ero scettico, perché ritengo che il talento non possa essere infuso”

“La vastità degli argomenti trattati è, per me, incompatibile con una didattica che è, bene o male per "corrispondenza”

profile-pic
Pier Paolo Fresia

“[…] è migliorata la mia capacità di composizione della fotografia, anche se questo ha portato alla luce alcuni limiti nella mia tecnica”

“[…] mi è stato molto utile il continuo confronto con i compagni di corso

“[…] molto consigliato al fotografo che conosce i suoi limiti e che vorrebbe migliorarsi”

profile-pic
Roberto Figini

“[…] grazie a Smettere di Essere Principiante ho trovato maggiore consapevolezza.”

“[…] raccomanderei Smettere di Essere Principiante a tutti coloro i quali abbiano la passione per la fotografia. Io credo sia indicato a tutte quelle persone che voglio crescere a livello fotografico e personale.”

“Per me è stato davvero prezioso iscrivermi

profile-pic
Simonetta Ban

“Quello che è cambiato facendo il corso non è tanto il modo di fotografare, quanto il modo di pensare la fotografia

“Un ringraziamento a Marco per avermi fatto riprendere a fotografare dopo l'avvento del digitale Mi ero un po' smarrito.”

Mi ha scosso al punto giusto.”

profile-pic
Giorgio Alfieri

“Sono felicissima che Marco abbia messo in piedi un gruppo con cui interagire e soprattutto apprezzo la sua velocità nelle risposte, la sua pacatezza e delicatezza. Non ti butta mai giù e i suoi consigli sono preziosi.”

“Marco è paziente e costruttivo e non disprezza mai il lavoro di nessuno. Ci regala i webinar che, non mi aspettavo, sono inclusi nel costo iniziale. E poi, le proposte di esercizi guidati intrigano molto e fanno crescere.”

“Riuscite a colorare le mie giornate appesantite da un lavoro che non mi piace! Grazie!”

profile-pic
Daniela Di Leo

“Non avevo idee, non sapevo pianificare, tendevo a "copiare", quindi a realizzare foto simili ad altre già viste... non ero "consapevole"[..]”

“Per fortuna mi sono fermato in tempo aggirando gli scogli e trovando riparo nel "porto" sicuro di Marco Scataglini e Reflex-Mania.”

“Sto imparando a immaginare una foto, come realizzarla al meglio perché possa raccontare di me, del mio stato d'animo oltre che del soggetto... il poter "raccontare" qualcosa di mio in maniera originale...”

“Posso dire che sono contento di aver intrapreso questo mio percorso, che vale tutti i soldi investiti, fino all'ultimo centesimo.”

profile-pic
Giuliano Battistelli

“Ho notato da subito che c'era una certa attenzione al cliente e che il percorso di studio veniva tracciato con lucidità.

“Ora, prima di scattare una foto, mi pongo domande che prima non mi ponevo e, soprattutto, comincio a darmi delle risposte.”

“Lo studente […] rende di più quanto più si sente aiutato dal docente; la relazione di aiuto consiste esattamente nel fare come Marco Scataglini, cioè nel dire chiaramente cosa non va e come si può migliorare; tutto sommato è semplice, ma non tutti i docenti ci arrivano.”

profile-pic
Alessandro Borghi

Marco è molto presente nel gruppo facebook, sia con gli esercizi settimanali che quelli del corso vero e proprio.”

“Sono sicuramente più cosciente di come posso sfruttare l'immaginazione, ma forse, ancor più importante, mi sta insegnando come gestire e indirizzare un racconto a immagini.”

“[…] massima libertà nelle tempistiche, avendo la possibilità di coniugare la qualità delle spiegazioni con i benefici dell'apprendimento autonomo."

profile-pic
Riccardo Pianalto

“[…] ho visto maturare la mia consapevolezza, il mio modo di vedere ed anche il mio modo di pensare.”

“[…] il docente: Marco Scataglini. Un vero valore aggiunto, di cui non posso che apprezzare serietà, preparazione, puntualità.”

“[…] la mia preferenza va agli esercizi collettivi: sviluppare un tema, confrontarsi con gli altri ed infine vedere il lavoro di tutti raccolto in una e-zine è molto bello e stimolante.”

profile-pic
Tiziano Pellegrini

“Mi sono affidato alle qualità che ho sempre riconosciuto allo staff di RM e al suo modo di intendere la fotografia.”

“Sto imparando a ragionare per progetti, sto cercando di andare oltre l'immagine. Penso ad emozionarmi per riuscire ad emozionare, a far arrivare i miei scatti alla mente e al cuore.”

“[…] ha operato un cambiamento radicale nel mio modo di intendere la fotografia.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
MAURIZIO FASSINA

“L’elemento che ho apprezzato di più è stata la generosità e la disponibilità di Marco Scataglini a dare consigli e suggerimenti.”

“L’idea di impostare il corso sul principio di imparare a costruire un nostro progetto fotografico mi è piaciuta fin da subito.”

“Consiglierei il corso a quelle persone che vedono la fotografia come un percorso interiore e personale, un viaggio all’interno di se stessi.”

profile-pic
Daniela Pinna

“[…] il feedback di Marco è stato la cosa che ho apprezzato di più”

“la ricchezza di esempi distribuiti in tutto l’ambito del corso è un’ottima fonte di spunti e chiarificazioni”

“Il fatto che il corso sia online ti permette di seguirlo quando vuoi, il che facilita molto la gestione del tempo”

profile-pic
Giovanna Dotto

“​Si viene costantemente, in tutte le lezioni, incitati a liberare la creatività, questa ci aiuta a scattare e pensare la foto in maniera diversa

“Marco, con le sue parole e i suoi esempi, arriva dritto allo stimolo dormiente che giace dentro di noi.”

“​Raccomanderei certamente questo corso al fotografo/appassionato che ha voglia e bisogno di crescere […] Chi non dovrebbe comprare il corso? La persona non appassionata di fotografia.”

profile-pic
Carlo Cruciani

Marco mi ha stupito facendomi capire, senza mai vantarsi delle sue esperienze e competenze, quale sia il suo bagaglio culturale”

“[…] tutto il corso online è una miniera di insegnamenti e consigli […]”

“[…] l’idea del progetto fotografico è la chiave di volta di tutto […]”

profile-pic
Stefano Orsi

“[…] ho acquisito molta più consapevolezza di ciò che posso fare con la fotocamera”

“[…] più di ogni altra cosa ho apprezzato la grande disponibilità, presenza e dedizione di Marco sulla pagina FB appositamente creata per le esercitazioni”

“Marco commenta TUTTE le foto con un tempismo quasi sorprendente, azzerando in pratica qualunque distanza fra allievo e docente”

“Prima di questo corso scattavo (molte) foto ricordo, anche mettendoci un certo impegno, ma non uscivo mai di casa appositamente per fare fotografie. Ora invece succede abbastanza spesso!”

profile-pic
Stefano Salvato

“[…] ho iniziato a pensare diversamente, il corso mi sta aiutando a notare cose diverse, esercitazioni che mi fanno pensare...”

“[…] mi piace il fatto che ognuno dei partecipanti dà l’impressione veramente di voler imparare, acquisire informazioni utili da mettere in pratica. Insomma, mi sembra che tutti noi siamo sinceramente coinvolti.”

“Lo raccomanderei a chi non si sente un “professionista”, a chi vuole apprendere, a chi pensa di voler apprendere”

profile-pic
Edi Polimanti

“I dubbi e le incertezze mi bloccavano. Sentivo il bisogno di un sostegno per crescere, cosa che mi ha spinto a provare Smettere di Essere Principiante.”

“Grazie a questo corso ho scoperto un nuovo punto di vista, meno orientato sulla tecnica e più sull'espressività.”

“Consiglierei il corso a chi è motivato e appassionato di fotografia, perché rivolge l'attenzione all'aspetto comunicativo della fotografia.”

profile-pic
Bruna Barocci

“I miei dubbi sono stati fugati alla grande grazie alla disponibilità di Marco e alla sua grande professionalità. Vorrei aggiungere che anche il gruppo facebook è di grande aiuto (si vede che i partecipanti sono interessati ed interagiscono tantissimo, una gran bella classe).”

“[…] ora penso maggiormente (al risultato che vorrei) e scatto molto meno (ma con maggiori soddisfazioni)”

“Lo consiglierei di certo a chiunque voglia mettersi in gioco e fotografare in modo più consapevole ma anche più intimo.”

profile-pic
Fabrizia Buono

“Questo percorso è meglio della frequenza di qualsiasi workshop"

“Raccomanderei il corso di Marco a tutti coloro che vogliono passare da un approccio solo tecnico alla fotografia – con risultati limitati a belle foto cartolina – a trovare un proprio stile fotografico capace di rappresentarli al meglio.”

“Adesso, prima di scattare, mi chiedo cosa voglio comunicare e perché. Solo dopo aver risposto a queste due domande …”

profile-pic
Paola sciocchetti

“Il mio dubbio più grande era relativo alla mia poca esperienza fotografica”

“[…] Marco mi ha spinto a mettermi in gioco superando anche i miei timori e paure di non essere all'altezza.”

“[…] non credo che esista nessuno che non dovrebbe acquistare il corso se di base c'è la passione per la fotografia, il resto poi viene da sé.”

profile-pic
Elisabetta Ponchiardi

“[…] mi sta portando ad apprendere la fotografia come linguaggio e mezzo di espressione”

Ho smesso di essere un pigia-bottoni domenicale”

“Ora esco di casa con un’immagine in mente e vado a cercarla”

profile-pic
Ambra Novelli

Questo però ci impone di mantenere basso il numero di iscritti.


Per questa ragione il corso è a numero chiuso, e apriamo le iscrizioni due volte all'anno (a Marzo e a Settembre).


Se sei interessato quindi, questo è il momento di agire.


Puoi ricevere gratuitamente tutte le informazioni che ti permetteranno di capire se Smettere di Essere Principiante fa per te.


Compila il modulo che trovi qui sotto indicando l’indirizzo mail a cui vuoi ricevere tutto il materiale che abbiamo preparato per te.


Ma attenzione, devi sbrigarti, perché allo scoccare della mezzanotte di domenica 6 settembre chiudiamo i cancelli, e fino a marzo 2021 non sarà più possibile entrare.

“Mi sono affidato alle qualità che ho sempre riconosciuto allo staff di RM e al suo modo di intendere la fotografia.”

“Sto imparando a ragionare per progetti, sto cercando di andare oltre l'immagine. Penso ad emozionarmi per riuscire ad emozionare, a far arrivare i miei scatti alla mente e al cuore.”

“[…] ha operato un cambiamento radicale nel mio modo di intendere la fotografia.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
MAURIZIO FASSINA

“Credo proprio che sia cambiato il mio modo di pensare alla fotografia.”

“[…] ho apprezzato tantissimo la capacità comunicativa di Marco Scataglini. La sua semplicità espositiva riesce a catturare l'allievo rendendolo sempre più entusiasta della partecipazione al corso…”

“Consiglierei Smettere di Essere Principiante a chiunque sia interessato ad un tipo di fotografia che definirei "non convenzionale”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
ROBERTO DONDO

“Fare gli esercizi e postarli sul gruppo mi fa vincere l’inerzia e anche i commenti di Marco mi stimolano ad approfondire.”

“Ho apprezzato in particolare gli esercizi “strani”. Credo siano un modo di portarti dentro alla materia quasi senza accorgertene.”

“Per capire la fotografia nella sua essenza, cioè come linguaggio, lo consiglierei a tutti.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
TINDARO BARCHITTA

“[…] ho imparato a pensare la fotografia come un processo le cui fasi, messe nel giusto ordine, mi hanno fatto acquisire la consapevolezza dell'atto fotografico.”

“[…] mi ha consentito di esprimermi immediatamente in modo più compiuto.”

“[…] fare il salto di qualità verso la consapevolezza e le motivazioni del fotografare.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
GIOACHINO DIVITA

“Marco è un grande professionista che con capacità, disponibilità, conoscenze ha tessuto tutti gli elementi in una trama articolata, completa e continuamente ricca di spunti, di cultura e riflessione personale.”

“Il tutto è reso ancora più efficace dall’interazione con Marco e tra gli studenti, dai webinar di Marco, e dal modo in cui è strutturato il metodo […]”

“L’appassionato che si vuole mettere in discussione, che non ha remore a "ricominciare" e che ha voglia di approfondire, di iniziare un percorso certamente apprezzerà."

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
MAURIZIO GUARINO

Vuoi saperne di più?

Ago 13

SEP TYP promemoria offerta

By myreflexmania | SEP

Messaggio ricevuto!
Il giorno precedente l'apertura delle iscrizioni alla prossima edizione di
Smettere di Essere Principiante
ti invierò una mail promemoria per ricordarti la tua offerta riservata.

 Ci sentiamo presto.
Grazie e buona luce da RM!

© ​EMA srls All Rights Reserved. Disclaimer

Lug 20

SEP preiscrizioni

By myreflexmania | SEP

Marzo 2021

Smettere di Essere Principiante

L'unico corso online per imparare davvero il linguaggio della fotografia

Che cos'è Smettere di Essere Principiante?

A Marzo comincia la quinta edizione di Smettere di Essere Principiante, il corso online di fotografia interamente prodotto da Reflex-Mania, in collaborazione con il fotografo Marco Scataglini.


Smettere di Essere Principiante è un corso diverso da tutti gli altri. Un metodo unico e completo per sviluppare la tua capacità di vedere, di raccontare e di comunicare con le immagini.


D’altra parte, come sai se segui il blog – e ancora di più se sei iscritto alla nostra mailing list – non lesiniamo energie nel produrre materiale di qualità che proponiamo gratuitamente alla comunità di Reflex-Mania. 

Di conseguenza, quando abbiamo deciso di realizzare un nostro corso online, lo abbiamo fatto con l’obiettivo di fare qualcosa che potesse andare oltre. Qualcosa che segna un ulteriore cambio di registro rispetto ai contenuti gratuiti che trovi sul nostro sito.


Abbiamo voluto sviluppare un corso che non ti insegna semplicemente a fare delle fotografie, ti insegna ad essere un vero fotografo.


Il senso di questo progetto ce lo spiega Marco Scataglini, l'autore, nel breve video qui sotto:

Per chi è Smettere di Essere Principiante?

C’è una storia vera, dalla A alla Z, che racconto spesso a chi mi chiede come fare a migliorare i suoi scatti o come fare a “diventare un bravo fotografo”.

Una storia che, apparentemente, con la fotografia ha poco a che fare….

Comincia alle 2.27 del pomeriggio del 30 marzo 1981, quando John Hinkley, giovane erede di una famiglia di petrolieri affetto da disturbo narcisistico di personalità, spara 6 colpi calibro 22 contro il presidente Ronald Reagan e la sua scorta mentre stanno uscendo dall’Hilton Hotel di Washington.

La notizia rimbalza sulle news di tutto il mondo facendo diventare l’attentato uno dei momenti più emblematici degli anni 80, come l’abbraccio fra il Papa e Gorbaciov, la caduta del muro di Berlino e il primo video musicale della storia lanciato sul canale MTV.

Quello che pochi sanno però è che, una manciata di minuti prima degli spari, un uomo brasiliano di 37 anni, magro, alto, con i segni inequivocabili di una precoce calvizie, “sente una strana sensazione” e decide di lasciare la sua stanza dentro l’hotel per uscire a fare due passi.

L’uomo si chiama Sebastiao Salgado, ha un passato da analista economico per l’Organizzazione Mondiale del Caffè e, fino a quasi 30 anni di età, non ha praticamente mai tenuto in mano una macchina fotografica.

Quel giorno però esce in strada con le sue fidate Leica al collo: da qualche anno infatti è diventato un fotografo professionista, tanto che si trova in città proprio per realizzare un servizio sul nuovo presidente americano, in carica da due mesi.

Sebastiao arriva sul marciapiede in cui Reagan sta salutando la folla più o meno nello stesso momento in cui Hinkley comincia a sparare.

Con la stessa naturalezza istintiva con cui le guardie del corpo si lanciano a proteggere Reagan e la gente intorno a lui si butta per terra, Salgado porta il mirino della Leica all’altezza dell’occhio destro, chiude il sinistro, e comincia a fotografare.

Nel minuto e mezzo successivo scatta ben 76 fotografie, quasi una al secondo. Niente male, vista la tecnologia del tempo.

“Scattavo e scattavo e mi sembrava come se tutto attorno a me si stesse muovendo al rallentatore” – dichiarerà Salgado in una intervista.

Le sue fotografie (e quelle di Ron Edmond, altro fotografo presente sul posto) nei giorni successivi fanno il giro del mondo.

Il resto è storia.

Reagan, nonostante un proiettile nel polmone, si salva, Hinkley finisce in un ospedale psichiatrico in cui è tutt’ora rinchiuso, e Salgado diventa uno dei fotografi più famosi ed emblematici che si siano mai dedicati a questa arte.

Un estratto dei provini di Salgado

Ma cosa c' entra questo con “diventare un bravo fotografo”?

Vedi:
• Non tutti possono abbandonare lavoro e carriera a 30 anni per mettersi a girare il mondo a scattare foto.
• Pochi, fra quelli che si dedicano alla fotografia, vengono pagati per i loro scatti.
• Meno ancora sono i fotografi che diventano famosi.
• Quasi nessuno infine si troverà mai a passeggiare lì per caso proprio mentre stanno sparando a un presidente.


Tutti i bravi fotografi però hanno qualcosa che li accomuna.
Qualcosa di così forte e radicato da emergere in qualunque situazione.

E’ la capacità, quando il loro occhio coglie “qualcosa” - e non c’è bisogno che siano pallottole, può anche essere un tramonto sul fiume – di tirare su la macchina fotografica e cominciare a scattare per raccontarlo.


Con naturalezza e precisione, incuranti di tutto il resto, proprio come fece Salgado quel giorno.

A chi vuole diventare un bravo fotografo dunque spesso chiedo: perché vuoi fotografare?

Se la risposta è “perché voglio, sento, credo che posso raccontare qualcosa con le mie fotografie” allora so che ho davanti qualcuno che vuole Smettere di Essere un Principiante.


Per questa ragione Smettere di Essere Principiante è molto diverso dai normali corsi di fotografia.


Questi ultimi infatti si concentrano sul funzionamento della macchina fotografica e sugli elementi tecnici di base, dal triangolo dell’esposizione alla profondità di campo.


Non voglio sminuire, ma sono cose che puoi trovare ovunque, online o sui libri.


Invece, in Smettere di Essere Principiante, l'aspetto meramente tecnico è secondario, non perché non sia importante, ma semplicemente perché va inteso come strumento funzionale all’intento della fotografia, e non come traguardo in sé.


Ne consegue necessariamente questo non è nato come un corso per tutti.

Fin da subito, quando ci siamo lanciati in questo progetto, con Marco Scataglini avevamo ben chiaro l’identikit del nostro studente “tipo”:


L’appassionato di fotografia che non ambisce semplicemente a fare belle foto (o peggio, foto “carine”), ma che invece vuole fare buone foto.

Lo diceva Ugo Mulas già negli anni ’60.

La foto buona è quella che comunica qualcosa a chi la osserva (di nuovo, l’importanza del racconto e del tuo messaggio). Il fatto che sia anche bella è rilevante solo quando funzionale al fatto di essere buona.


Per questo, il tuo livello tecnico non è il fattore determinante nel definire se Smettere di Essere Principiante possa essere adatto a te.

La parola magica invece è un’altra: perché.
Perché voglio fare questa fotografia?
Perché utilizzare questa tecnica?
Perché riprendere da quest’angolo visuale e con questa inquadratura?

Perché è questo che conta alla fine, nella fotografia come nella vita il segreto sta nei perché, non nei come.


Come fotografo, al pari di uno scrittore, hai a disposizione strumenti incredibili per emozionare, commuovere, divertire, intrattenere le persone; hai la possibilità preziosa di narrare storie e mostrare mondi (reali o di fantasia), di metterti in gioco e di aprire la tua anima…

Ma credi davvero che possiamo ridurre tutto questo allo studio della coppia tempo/diaframma o all’acquisto di un nuovo modello di fotocamera?

Quello che conta non è dunque la tecnica, ma l’attitudine, la volontà di rivoluzionare il tuo approccio alla fotografia e all’atto del fotografare.


• Vuoi imparare a comunicare un messaggio con i tuoi scatti?
 Vuoi stimolare la tua creatività fotografica in modi che non hai mai provato prima?
• Vuoi scoprire come si racconta una storia fotografando?

• Vuoi imparare a "leggere" le tue foto e quelle dei grandi fotografi?
 Vuoi imparare a mettere te stesso e le tue emozioni nelle tue fotografie?
• Vuoi imparare a pensare e scattare "per progetti"?


Insomma, vuoi uscire dalla banalità delle foto “carine” e imparare davvero a parlare il linguaggio della fotografia?

Allora Smettere di Essere Principiante è stato realizzato per te.

Come funziona Smettere di Essere Principiante?

Smettere di Essere Principiante è basato su un percorso di laboratori fotografici tramite i quali costruirai, mattone su mattone, la tua consapevolezza di fotografo, imparando a padroneggiare il linguaggio della fotografia.

Un percorso che parte dalla costruzione dei primi scatti e ti guida senza strappi fino allo storytelling fotografico e alla realizzazione di un portfolio completo.

La filosofia alla base del metodo di questo corso è in essenza semplice: la fotografia è un linguaggio, e come tale deve essere trattata.

Abbiamo quindi identificato quelli che chiamiamo i 6 pilastri del linguaggio fotografico, che costituiscono le fondamenta della costruzione dell’immagine e del progetto in fotografia.

In Smettere di Essere Principiante, i 6 pilastri del nostro metodo si sviluppano in 6 sezioni di un corso online, accessibile a qualunque ora e per sempre con una semplice connessione internet, che ti porteranno progressivamente ad acquisire le competenze e la consapevolezza necessarie a concepire, organizzare e realizzare un progetto fotografico completo e coerente.

Sia che si tratti di una singola foto ricordo (carica di emozioni), sia che si tratti del tuo primo reportage.

Il tutto arricchito dalla guida del docente e dall'interazione con gli altri corsisti attraverso la piattaforma forum del corso e il gruppo facebook dedicato.

Seguendo il corso acquisirai un metodo che ti permetterà di:


• Sviluppare la tua capacità di vedere, e quindi di raccontare e comunicare con la immagini.
 
• Mettere la tecnica al servizio del processo creativo, e non viceversa.

• Pianificare, organizzare, e realizzare un progetto fotografico tutto tuo.

Come ci si iscrive a Smettere di Essere Principiante?

Abbiamo detto che Smettere di Essere Principiante non è e non vuole essere un corso per tutti.


Marco Scataglini segue personalmente tutti gli studenti uno per uno (lo vedi anche dalle recensioni che trovi sotto), e ovviamente questo ci impone di mantenere basso il numero di iscritti. 


Dunque necessariamente il corso non può che essere a numero chiuso, con pochi iscritti per volta, e le iscrizioni aperte per solo due edizioni ogni anno (a Marzo e a Settembre).


Per questa ragione vogliamo che chi vi partecipa sia realmente motivato e interessato.

Abbiamo allora deciso di riservare la possibilità di entrare in Smettere di Essere Principiante solo a chi fa già parte della community di Reflex-Mania o a chi fa esplicita richiesta compilando uno dei moduli che trovi su questa pagina entro il 6 di Settembre.

In questa maniera, da qui all'apertura delle iscrizioni, potremo inviarti tutto il materiale necessario per valutare i contenuti del corso e il metodo che utilizziamo, e potrai decidere se davvero fa per te.

Vuoi sapere cosa ne pensano?

Sei scettico? Lo capisco. Su internet sarai abituato a trovare un sacco di spazzatura, e magari ancora non ci conosci (soprattutto se non sei iscritto alla community di Reflex-Mania).

Ed è proprio per questo che fin dall'inizio abbiamo voluto fare una scelta di trasparenza senza compromessi:
pubblicare integralmente tutti i pareri che riceviamo su Smettere di Essere Principiante.

Nessuna censura e nessuna selezione. Così che tu possa leggere il parere di chi ha già toccato con mano ciò di cui si parla, senza filtri.


Per questo, qui di seguito troverai gli estratti delle testimonianze di chi ha seguito le scorse edizioni del corso.


Se vuoi, trovi poi qui i testi integrali di tutte le recensioni che abbiamo raccolto finora.

“[…] ero scettico, perché ritengo che il talento non possa essere infuso”

“La vastità degli argomenti trattati è, per me, incompatibile con una didattica che è, bene o male per "corrispondenza”

profile-pic
Pier Paolo Fresia

“[…] la grande disponibilità di Marco, i temi proposti (anche nelle esercitazioni settimanali), sempre molto vari e interessanti e l’interazione anche con gli altri studenti, sono tutti elementi che ho apprezzato molto.”

“[…] Anche se l'approccio è virtuale, Smettere di Essere Principiante risulta essere invece molto personale, interattivo e coinvolgente.”

“[…] mi ha fatto capire che le cose vanno guardate da punti di vista diversi anche se non sono proprio nelle "corde" personali […]”

profile-pic
Mariarosaria Miloso

Grazie all’ironia di Marco e alla sua capacità di trasmettere l’esperienza che ha in materia, ho imparato un nuovo modo di fare fotografia che va oltre la bella foto perfetta.”

Ogni lezione è stata una novità e una piacevole sorpresa, anche se alcune molto impegnative.”

“[…] ho capito che è possibile usare il linguaggio fotografico come mezzo per comunicare agli altri le proprie idee.”

profile-pic
Augusto Vivi

“Il mio dubbio più grande era relativo alla mia poca esperienza fotografica”

“[…] Marco mi ha spinto a mettermi in gioco superando anche i miei timori e paure di non essere all'altezza.”

“[…] non credo che esista nessuno che non dovrebbe acquistare il corso se di base c'è la passione per la fotografia, il resto poi viene da sé.”

profile-pic
Elisabetta Ponchiardi

Fin da subito non ho avuti dubbi. Conoscevo da tempo Reflex-Mania ed avevo sperimentato la loro serietà.”

“[…] pur non avendo frequentato prima nessuna scuola o corso di fotografia, ho capito e quindi migliorato le mie foto.”

“Ora metto in ogni scatto i miei sentimenti e posso finalmente dire le "mie foto".”

profile-pic
Alvaro Piermattei

“Credo proprio che sia cambiato il mio modo di pensare alla fotografia.”

“[…] ho apprezzato tantissimo la capacità comunicativa di Marco Scataglini. La sua semplicità espositiva riesce a catturare l'allievo rendendolo sempre più entusiasta della partecipazione al corso…”

“Consiglierei Smettere di Essere Principiante a chiunque sia interessato ad un tipo di fotografia che definirei "non convenzionale”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
ROBERTO DONDO

“E' un corso intenso, fedele allo scopo che si prefigge e molto ben seguito.”

“ […] il mio modo di pensare alla fotografia si è senz'altro evoluto, grazie all'attività del gruppo e dei commenti, sempre puntuali e tempestivi di Marco Scataglini”

“Ho apprezzato in particolare lo stimolo degli esercizi, con la possibilità di apprendere anche osservando quanto fanno gli altri e da quello che commenta Marco.”

profile-pic
Alessandro Sassi

“Quello che è cambiato facendo il corso non è tanto il modo di fotografare, quanto il modo di pensare la fotografia

“Un ringraziamento a Marco per avermi fatto riprendere a fotografare dopo l'avvento del digitale Mi ero un po' smarrito.”

Mi ha scosso al punto giusto.”

profile-pic
Giorgio Alfieri

“Marco è un grande professionista che con capacità, disponibilità, conoscenze ha tessuto tutti gli elementi in una trama articolata, completa e continuamente ricca di spunti, di cultura e riflessione personale.”

“Il tutto è reso ancora più efficace dall’interazione con Marco e tra gli studenti, dai webinar di Marco, e dal modo in cui è strutturato il metodo […]”

“L’appassionato che si vuole mettere in discussione, che non ha remore a "ricominciare" e che ha voglia di approfondire, di iniziare un percorso certamente apprezzerà."

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
MAURIZIO GUARINO

“I miei dubbi sono stati fugati alla grande grazie alla disponibilità di Marco e alla sua grande professionalità. Vorrei aggiungere che anche il gruppo facebook è di grande aiuto (si vede che i partecipanti sono interessati ed interagiscono tantissimo, una gran bella classe).”

“[…] ora penso maggiormente (al risultato che vorrei) e scatto molto meno (ma con maggiori soddisfazioni)”

“Lo consiglierei di certo a chiunque voglia mettersi in gioco e fotografare in modo più consapevole ma anche più intimo.”

profile-pic
Fabrizia Buono

“Non avevo una connotazione, una identità personale, vagavo un po’ fra le foto di artisti che vedevo”

“Smettere di Essere Principiante mi ha aiutato ad avere una mia ottica, capire ciò che mi piace fotografare e dove mi riconosco.”

“In questo corso ho trovato chiarezza nell’insegnamento, tolleranza ma anche fermezza nel giudicare, e questo lo apprezzo molto.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
CATIA PAPIRI

“Posso dire con certezza che è cambiato il mio modo di "guardare"

“Penso che questo sia un metodo molto valido per dare la possibilità di crescere seguendo un percorso personale

“I miei occhi sono più attenti…

profile-pic
Barbara Martinoglio

“[…] è stato molto utile a capire il motivo della mancanza di forza o di comunicazione di immagini tecnicamente tutto sommato corrette.”

“Ho acquisito il modo di guardare una immagine, come analizzarla. Capire come un'immagine trasmette una emozione e perché.”

“Lo consiglierei a chi ama fotografare in generale.“

Giudizio: 4 out of 5 stars (4 / 5)

profile-pic
ROBERTO ASPETTATI

“Consiglierei Smettere di Essere Principiante a chi vuole imparare a “pensare” diversamente la fotografia

“Smettere di Essere Principiante è rivolto alla mente del fotografo”

Marco corregge sempre tutti gli esercizi”

profile-pic
Patrizia Dello Russo

“[…] mi sento davvero molto migliorata. Ho imparato a riflettere molto di più prima di scattare per mettere a fuoco il messaggio e fare delle fotografie pensate.”

“[…] il corso è organizzato in maniera da permettere la gestione del tempo in modo personale.”

“Mi ha invaso una sensazione di libertà, fin dalle prime settimane.”

profile-pic
Donatella Guerrini

Ho finalmente ”aperto" gli occhi nel fotografare il mondo intorno a me.”

“Ho apprezzato tutto il corso, dall’inizio alla fine. Complimenti!!! A saperlo prima…

“Le competenze di Marco Scataglini e il suo saper coinvolgere mi hanno portato a osare… e sperimentare.”

profile-pic
Piero Barbella

“[…] sapere Marco sempre lì pronto a rispondere a qualsiasi tipo di domanda o dubbio sollevato da chiunque. E' una grande ricchezza.

“Penso molto di più a quello che voglio scattare e porto a casa foto che mai avrei immaginato di poter realizzare.

Mi sento parte di un gruppo che so non mi abbandonerà anche in futuro.”

profile-pic
Serena Maurizi

“Ho trovato un’elevata qualità ad un prezzo assolutamente ragionevole e adatto ad un principiante.”

“Gli esercizi individuali *all'interno del gruppo*, commentati sempre con garbo ed assoluta competenza di Marco Scataglini, da soli varrebbero il corso.”

“[…] adesso ogni conoscenza si è come, per così dire, espansa e aperta a nuove possibilità.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
RICCARDO PAPINI

“La prima edizione del corso mi era sfuggita proprio perché ci ho voluto pensare troppo prima di decidere. Col senno di poi avrei dovuto buttarmi subito.”

“Ti apre un mondo che non ti immagini e dopo potrai solo migliorare quello che in realtà già sapevi fare, ma che non avevi mai pensato di poter realizzare.”

“[…] sono riuscito a realizzare foto che prima mai mi sarei sognato di fare.

profile-pic
Marco Forcina

“ […] è migliorata la mia maniera di vedere la fotografia. Ora evito quasi sempre di fare foto singole e non legate ad un tema. ”

“soprattutto merito della capacità di insegnare di Marco Scataglini”

“Non saprei a chi sconsigliarlo…”

profile-pic
Ezio Riccardi

“Smettere di Essere Principiante è molto stimolante. Aiuta a sperimentare e andare oltre la mera tecnica.”

“Ora, ogni volta che prendo in mano la mia reflex cerco di studiare la fotografia che desidero ottenere. Mi chiedo come dovrei agire per ottenere il risultato prefissato.”

“Marco si è reso disponibile a fornire ulteriori spiegazioni e suggerire approfondimenti anche per quelli, come me, più a digiuno di competenze tecniche.”

profile-pic
Matilde Labriola

“Sono felicissima che Marco abbia messo in piedi un gruppo con cui interagire e soprattutto apprezzo la sua velocità nelle risposte, la sua pacatezza e delicatezza. Non ti butta mai giù e i suoi consigli sono preziosi.”

“Marco è paziente e costruttivo e non disprezza mai il lavoro di nessuno. Ci regala i webinar che, non mi aspettavo, sono inclusi nel costo iniziale. E poi, le proposte di esercizi guidati intrigano molto e fanno crescere.”

“Riuscite a colorare le mie giornate appesantite da un lavoro che non mi piace! Grazie!”

profile-pic
Daniela Di Leo

“[…] grazie a Smettere di Essere Principiante ho trovato maggiore consapevolezza.”

“[…] raccomanderei Smettere di Essere Principiante a tutti coloro i quali abbiano la passione per la fotografia. Io credo sia indicato a tutte quelle persone che voglio crescere a livello fotografico e personale.”

“Per me è stato davvero prezioso iscrivermi

profile-pic
Simonetta Ban

[…] il corso è molto divertente e fatto in modo che ognuno lo possa affrontare al proprio livello.”

“I vari punti di vista sullo stesso argomento aiutano a vedere le cose che normalmente non si notano.”

“In più ho apprezzato molto la libertà di poter fare gli esercizi in qualsiasi momento, l’avere sempre a portata di mano tutte le info necessarie, l’avere sempre a disposizione qualcuno che ti possa dare un consiglio spassionato.”

profile-pic
Ineska Brbic

Marco mi ha stupito facendomi capire, senza mai vantarsi delle sue esperienze e competenze, quale sia il suo bagaglio culturale”

“[…] tutto il corso online è una miniera di insegnamenti e consigli […]”

“[…] l’idea del progetto fotografico è la chiave di volta di tutto […]”

profile-pic
Stefano Orsi

“[…] mi ha convinto l’approccio di Marco alla fotografia, e il metodo seguito per parlarne.”

“Come allievo, vieni portato a capire le cose con esercitazioni mirate, che magari li per li non capisci, poi ad un tratto ti viene da dire - ecco il perché…”

“Che dire, rimpiango di non averlo fatto prima.

profile-pic
Gilberto Nescatelli

“Dire che la maniera di far foto sia migliorata è un eufemismo”

“Mi sono state molto utili le critiche costruttive che ho ricevuto. Il rendermi conto di quando una mia foto piacesse solo a me. Avere un riscontro del fatto che il messaggio che volevo trasmettere fosse stato recepito o meno.”

“E’ un’occasione da non perdere per chiunque scatti fotografie. Siano essi provetti o principianti.”

profile-pic
Marco Claudio Contini

“Mi sono affidato alle qualità che ho sempre riconosciuto allo staff di RM e al suo modo di intendere la fotografia.”

“Sto imparando a ragionare per progetti, sto cercando di andare oltre l'immagine. Penso ad emozionarmi per riuscire ad emozionare, a far arrivare i miei scatti alla mente e al cuore.”

“[…] ha operato un cambiamento radicale nel mio modo di intendere la fotografia.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
MAURIZIO FASSINA

“L’elemento che ho apprezzato di più è stata la generosità e la disponibilità di Marco Scataglini a dare consigli e suggerimenti.”

“L’idea di impostare il corso sul principio di imparare a costruire un nostro progetto fotografico mi è piaciuta fin da subito.”

“Consiglierei il corso a quelle persone che vedono la fotografia come un percorso interiore e personale, un viaggio all’interno di se stessi.”

profile-pic
Daniela Pinna

“Sono convinta che il corso possa fare bene a chiunque abbia voglia di mettersi in gioco”

“Marco è non solo innegabilmente competente, ma anche simpatico. Il suo commento arriva praticamente immediato, e le sue proposte spaziano in una varietà di cose da fare che mi ha sorpresa.”

“Percepisco i progressi, fatti di piccoli passi che si susseguono con continuità”

profile-pic
Mariella Rizzotti

“[…] è migliorato il mio modo di pensare alla fotografia, e soprattutto quello di osservare e vedere quello che vorrei fotografare.”

“[…] guardare le cose da tanti diversi punti di vista”

“Credo che sia il corso giusto per chiunque abbia voglia di mettersi in discussione, qualunque sia il suo livello di partenza.”

profile-pic
Beatrice Limodio

“Questo corso è espressione di un desiderio di fedeltà all’arte, anche a costo di nuotare contro corrente e dissociarsi con garbo dal mainstream”

“[…] mi aspettavo che la proposta commerciale fosse molto più onerosa di quel che poi è stata.”

“Il fil rouge che ho ricavato dal concetto di equivalents a quello di serie/racconto mi ha spiazzato, confuso e infine mi ha dato il senso di tutto.”

profile-pic
Antonino Caldarella

La grande "presenza", le grandissime conoscenze e il riguardo offerti da Marco Scataglini sono impagabili.”

“Credo che, in assoluto, l'affiancamento del tutor (Marco) sia stato e sia il reale valore aggiunto ad un percorso formativo di un corso già di per sé di grande livello”

Sono più padrone di ciò che faccio, […] ho a disposizione molte regole "creative" che non conoscevo, […] sento maggiori stimoli nel guardare meglio le cose che vedo.”

profile-pic
Sergio Franzin

“Una cosa è pigiare un pulsante, ed un'altra è scattare una foto, fermare un'immagine.”

“Ho cercato di affrontare "a tutto tondo" il problema, con l'aiuto di Reflex-Mania.”

“Poter ri-studiare fino alla noia ogni lezione, mi permette di assorbire, ogni volta, sempre nuove nozioni/tecniche.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
ANTONIO VISCONTI

“Questo percorso è meglio della frequenza di qualsiasi workshop"

“Raccomanderei il corso di Marco a tutti coloro che vogliono passare da un approccio solo tecnico alla fotografia – con risultati limitati a belle foto cartolina – a trovare un proprio stile fotografico capace di rappresentarli al meglio.”

“Adesso, prima di scattare, mi chiedo cosa voglio comunicare e perché. Solo dopo aver risposto a queste due domande …”

profile-pic
Paola sciocchetti

“I dubbi iniziali sono svaniti, proprio perché questo corso si è rivelato qualcosa di onnicomprensivo, in grado di dare davvero tanto

“Mi rendo conto di aver acquisito una maggiore concentrazione quando scatto delle foto, il chiedermi se davvero riesco a catturare nell'inquadratura quello che ho in mente.”

“Raccomanderei assolutamente questo corso al tipo di fotografo che vuole evolvere, crescere.”

profile-pic
Cristina Priori

“Ho frequentato altri corsi di fotografi e mi hanno sempre lasciato insoddisfatta perché davano un infarinatura su tutto ma non approfondivano gli argomenti.”

Questo corso mi sta servendo ad entrare dentro di me e mi sta aiutando a farmi delle domande su quello che voglio esprimere

Raccomanderei il corso a chi è principiante. Apprezzerebbe questo corso un appassionato che si vuole mettere in gioco sperimentando.”

profile-pic
Mara Culicchi

“La previsualizzazione di una fotografia, e poi la successiva creazione, è veramente una soddisfazione.”

“[…] mi è ritornato il desiderio, assopito da molti anni, di riprendere a fare fotografie ma con un salto di qualità.”

Penso davvero che il corso sia fatto benissimo.

profile-pic
Luigi Rigoli

“Posso dire che il mio approccio alla fotografia è cambiato molto ed ancora sento che lo sta facendo.”

Il corso può essere apprezzato da una vastissima ed eterogenea platea di fotoamatori, grazie alla sua estrema flessibilità ed alla capacità di Marco di modulare i commenti in base alle capacità tecniche e culturali di ognuno”

“[…] non avrei dubbi a mettere Marco al primo posto in assoluto tra le qualità che ho apprezzato in questo corso”

profile-pic
Aldo Capettini

“[…] grazie a Smettere di Essere Principiante ho raggiunto una più profonda conoscenza di me stessa.”

“Tutto mi ha colpito e sfidata. Per me è stato come ricostruire una casa dalle macerie.

“Mai perdere di vista che l'essere umano è importante per fotografare in eccellenza.”

Giudizio: 4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

profile-pic
ESTER LIDIA GRAZIELLA

“Fare gli esercizi e postarli sul gruppo mi fa vincere l’inerzia e anche i commenti di Marco mi stimolano ad approfondire.”

“Ho apprezzato in particolare gli esercizi “strani”. Credo siano un modo di portarti dentro alla materia quasi senza accorgertene.”

“Per capire la fotografia nella sua essenza, cioè come linguaggio, lo consiglierei a tutti.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
TINDARO BARCHITTA

“[…] la cosa che fa la differenza è la grande professionalità e conoscenza di Marco Scataglini

“[…] Con i consigli di Marco ho esplorato modalità e tecniche fotografiche nuove, e ho imparato l'importanza di pensare e progettare”

“[…] con questo vostro corso mi sono sentito parte di un bellissimo gruppo di amanti della fotografia

profile-pic
Massimo Lucenti

“[…] mi sta portando ad apprendere la fotografia come linguaggio e mezzo di espressione”

Ho smesso di essere un pigia-bottoni domenicale”

“Ora esco di casa con un’immagine in mente e vado a cercarla”

profile-pic
Ambra Novelli

“Marco è un ottimo insegnante perché trasmette le cose con chiarezza ed è in grado di coinvolgere le persone anche se la classe non è fisicamente presente.”

“Il corso è decisamente fuori dagli schemi e - cosa importantissima - mi ha fatto tornare la voglia di fotografare che si era un po' spenta”

“Consiglierei Smettere di Essere Principiante a tutti coloro (e credo che prima o poi capiti a tutti) che si trovano in un momento di stallo, di non creatività, di 'stanchezza' fotografica.”

profile-pic
Maurizio Paglia

“[…] la cosa che ho apprezzato di più è stata Marco Scataglini: il docente, la struttura che ha dato al corso e il suo metodo di insegnamento.”

“Trovo il taglio di Smettere di Essere Principiante, culturale concettuale storico ed anche psicologico, veramente unico! Ed è in effetti quello che non avevo mai trovato prima!

Ha cambiato il mio modo di pensare la fotografia […]”

profile-pic
Alfredo Grosso

“Penso che la mia maniera di fotografare sia in continua evoluzione e questo corso mi ha dato e mi darà gli stimoli necessari perché questo continui ad avvenire.”

“Sento di potermi esprimere più liberamente!”

“Il programma del corso - con il susseguirsi delle lezioni e delle esercitazioni, degli esempi e dei collegamenti - è una vera miniera di spunti e di suggerimenti.

profile-pic
Vanda Guazzora

“[…] mi ha molto incuriosito, sto cercando di mettere in pratica alcuni aspetti del fotografare che prima non consideravo.”
“[…] ho apprezzato molto l’interattività e la partecipazione […]”
“[…] le spiegazioni sempre accessibili e le analisi dei fotografi importanti sono tutti elementi che ho trovato decisamente positivi.”

profile-pic
Marco Severgnini

“Grazie a Smettere di Essere Principiante sono aumentate la mia sensibilità e la mia attenzione a tutti gli aspetti della comunicazione con il mezzo fotografico”

“Lo consiglio caldamente a chi si muove già bene dal punto di vista tecnico ma vuole fare un salto di qualità dal punto di vista della capacità espressiva”

“[…] la possibilità di mettere in pratica i contenuti del corso grazie alle esercitazioni settimanali e ricevere dei feedback puntuali da parte del docente.”

profile-pic
Roberto Beretta

“Posso dire che già dalla lettura dei primi paragrafi, il corso subito mi ha presa...

“[…] ho capito che il mio modo di scattare era (ed è ancora) da principiante e il corso mi sta aiutando a superare questo limite.”

“Raccomanderei sicuramente questo corso, non solo ad un amatore principiante come me, ma anche a chi ha raggiunto un livello più avanzato, perché il corso ti porta a intraprendere un percorso completo.”

profile-pic
Anna Cammarota

“I dubbi e le incertezze mi bloccavano. Sentivo il bisogno di un sostegno per crescere, cosa che mi ha spinto a provare Smettere di Essere Principiante.”

“Grazie a questo corso ho scoperto un nuovo punto di vista, meno orientato sulla tecnica e più sull'espressività.”

“Consiglierei il corso a chi è motivato e appassionato di fotografia, perché rivolge l'attenzione all'aspetto comunicativo della fotografia.”

profile-pic
Bruna Barocci

“Grazie a questo corso la mia visione al mondo che mi circonda è cambiata ed è un continuo divenire.”

“E’ un corso che ti lascia completamente libero di esplorare grazie alla varietà degli esercizi proposti, alla disponibilità di Marco nel seguirti, e anche alla discrezione e alla gentilezza dei compagni di corso.”

Posso solo ringraziarvi di cuore per aver dispensato con tanta generosità le vostre esperienze.”

profile-pic
Giovannina Bottan

“​Di certo questo è un corso che aumenta la consapevolezza, allontanando la dispersività delle idee”

"Questo corso è decisamente formativo, la tanto temuta "fuffa" di molti corsi è fortunatamente assente.”

“Direi che il fotografo più adatto a questo corso è quello che ha deciso di passare da una compatta a una reflex entry level, perché ha già compreso che i limiti tecnici di una fotocamera potrebbero restringere le proprie velleità artistiche…”

profile-pic
Giancarlo Rapetti

“Marco Scataglini ci sta indirizzando a vedere le fotografia con occhi diversi, ha mettere parte di noi e dei nostri sentimenti nelle foto, ad esprimerci tramite la macchina fotografica.”

“Raccomanderei certamente il corso di Marco a tutti quei fotografi o aspiranti tali che abbiano le capacità di riconoscere i propri limiti e, quindi, il desiderio di superarli.

“Invece non ritengo questo corso adatto a chi crede di essere già un professionista, chi non sa impegnarsi con costanza e metodo, chi tiene molto a dire "mi sono fatto da solo".”

profile-pic
Enzo Pernigotti

“[…] mi ha colpito l'approccio originale (in estrema sintesi, il pensiero viene prima della tecnica)”

“La mia maniera di fotografare, ancora largamente imperfetta, sta però migliorando quasi quotidianamente.

“Conoscere in maniera approfondita una materia, non significa necessariamente saperla spiegare e insegnare. Ma non è questo il caso.”

“Con una metafora, posso dire che questo è un corso di "slow photography", quindi poco adatto a chi mangia (fotograficamente parlando) da Mac Donald's, ma dedicato invece a chi vuole gustarsi davvero questo magnifico mondo fino in fondo.”

profile-pic
Antonio Cometto

“​Marco dice delle cose veramente utili ed originali, che vanno al di là delle tecniche spiegate nei corsi standard"

“È un corso che ti prende simpaticamente per un orecchio e ti fa venir voglia di scattare per forza, anche a soggetti nuovi, facendoti emergere l'ispirazione ed idee per creare un'immagine unica, interessante ed emozionante.”

“Le stesse foto utilizzate nelle lezioni fanno venire il desiderio di imitarle ed addirittura di creare qualcosa di più originale, stimolando la fantasia.…”

profile-pic
Felice Fiorentini

Mi sono sentita seguita più qui che nei corsi seguiti in aula”

“[…] mi sono fidata e per fortuna sono stata più che ricambiata”

“La conseguenza di questo modo di guardare il mondo è trovare più cose di fotografare, adesso vedo cose che una volta non percepivo proprio.”

profile-pic
Claudia Contreras

“Avevo voglia di sperimentare, e mi è subito parsa l’occasione giusta”

“Grazie a questo corso ho capito che c’è un altro modo di fare fotografia”

“Non ho trovato davvero nulla che non funzioni o che cambierei”

profile-pic
Luca Sinisgalli

“Già dalle prime lezioni mi sono accorto di aver fatto un buon acquisto.”

“Non ho ancora cliccato finisci il corso perché credo di scoprire qualcosa di nuovo ogni volta

“Penso che non dovrebbe acquistare il corso solo chi non vuole imparare ma ritiene di sapere già tutto.”

profile-pic
Ivan Cattoni

“Inizialmente avevo […] un po' di titubanza perché con la reflex ho cominciato da meno di un anno

“I risultati mi pare siano andati bel al di là di ogni ottima previsione.”

“[…] la particolare bravura di Marco Scataglini nell'insegnamento […] è cosa rara: si può essere bravissimi in una disciplina, ma non saperla insegnare e Marco è stato molto bravo.”

Raccomanderei Smettere di Essere Principiante, in verità, a tutti. Come allargamento dei propri orizzonti culturali.”

profile-pic
Giulio Gaetano De Gregorio

“[…] ho iniziato a pensare diversamente, il corso mi sta aiutando a notare cose diverse, esercitazioni che mi fanno pensare...”

“[…] mi piace il fatto che ognuno dei partecipanti dà l’impressione veramente di voler imparare, acquisire informazioni utili da mettere in pratica. Insomma, mi sembra che tutti noi siamo sinceramente coinvolti.”

“Lo raccomanderei a chi non si sente un “professionista”, a chi vuole apprendere, a chi pensa di voler apprendere”

profile-pic
Edi Polimanti

Marco Scataglini è il grande valore aggiunto di Smettere di Essere Principiante! Un grande fotografo ma soprattutto una gran bella persona […]”

“Le sue risposte sono sempre attente e precise ma soprattutto tempestive; le esercitazioni "educative"; il corso SEMPRE accessibile.”

“[…] sento di aver maturato una maggior consapevolezza: so cosa voglio trasmettere con una fotografia […]”

profile-pic
Sandra Stanoppi

“Ho notato da subito che c'era una certa attenzione al cliente e che il percorso di studio veniva tracciato con lucidità.

“Ora, prima di scattare una foto, mi pongo domande che prima non mi ponevo e, soprattutto, comincio a darmi delle risposte.”

“Lo studente […] rende di più quanto più si sente aiutato dal docente; la relazione di aiuto consiste esattamente nel fare come Marco Scataglini, cioè nel dire chiaramente cosa non va e come si può migliorare; tutto sommato è semplice, ma non tutti i docenti ci arrivano.”

profile-pic
Alessandro Borghi

“[…] ho acquisito molta più consapevolezza di ciò che posso fare con la fotocamera”

“[…] più di ogni altra cosa ho apprezzato la grande disponibilità, presenza e dedizione di Marco sulla pagina FB appositamente creata per le esercitazioni”

“Marco commenta TUTTE le foto con un tempismo quasi sorprendente, azzerando in pratica qualunque distanza fra allievo e docente”

“Prima di questo corso scattavo (molte) foto ricordo, anche mettendoci un certo impegno, ma non uscivo mai di casa appositamente per fare fotografie. Ora invece succede abbastanza spesso!”

profile-pic
Stefano Salvato

“Sono circa a metà percorso, ma già vedo dei grossi miglioramenti nelle mie performance

“Sto trovando modalità espressive che non pensavo sarei stato capace di utilizzare

“Ritengo sia decisiva l'interazione con Marco e con gli altri partecipanti”

profile-pic
Giorgio Bianchi

“Ora ho capito come si può costruire un messaggio in modo efficace

“La presentazione del corso di Marco mi ha sicuramente colpito, proprio perché diversa dalla maggior parte delle lezioni che si trovano online sull’argomento. L’ho sentita più affine al mio modo di essere."

“Ho capito perché è importante saper progettare una fotografia prima di scattare, ho visto con i miei occhi come quest’arte si fonde con altre discipline come la pittura e la psicologia, e mi sono stupita…”

profile-pic
Valentina Zanzottera

Sono diventata più esigente con me stessa e riguardando foto scattate anche solo qualche mese fa, noto immediatamente alcuni "errori" che non vorrei più ripetere.”

“[…] in qualsiasi momento si può contare sulla presenza di un "Maestro" pronto a tendere la mano e a guidare il "principiante" nella soluzione dei problemi.”

“[…] l’elemento chiave del successo di Smettere di Essere Principiante è stata la miscela di interattività e libertà.

profile-pic
Maria Lodi

“​Si viene costantemente, in tutte le lezioni, incitati a liberare la creatività, questa ci aiuta a scattare e pensare la foto in maniera diversa

“Marco, con le sue parole e i suoi esempi, arriva dritto allo stimolo dormiente che giace dentro di noi.”

“​Raccomanderei certamente questo corso al fotografo/appassionato che ha voglia e bisogno di crescere […] Chi non dovrebbe comprare il corso? La persona non appassionata di fotografia.”

profile-pic
Carlo Cruciani

“[…] si impara davvero tanto.”

“Uscire con già in testa la foto da fare.”

“Imparare a trovare la giusta inquadratura, la giusta luce.”

“Imparare a "leggere" una fotografia.”

profile-pic
Tiziano Garuti

“[…] ero convinta di avere bisogno di basi tecniche, ma poi mi sono resa conto che fare fotografie è ben più complesso, lo scatto è il momento finale, ma la sua costruzione richiede molto di più.”

“[…] dal punto di vista culturale, ho trovato molto stimolanti i case study e gli approfondimenti storici.”

“Gli esercizi commentati individualmente e condivisi con il gruppo consentono di riflettere ed imparare molto dal confronto.”

profile-pic
Donatella Cursi

“[…] è migliorata la mia capacità di composizione della fotografia, anche se questo ha portato alla luce alcuni limiti nella mia tecnica”

“[…] mi è stato molto utile il continuo confronto con i compagni di corso

“[…] molto consigliato al fotografo che conosce i suoi limiti e che vorrebbe migliorarsi”

profile-pic
Roberto Figini

Dopo circa 20 anni di inattività questo corso mi ha fatto tornare la voglia di ricominciare a fotografare mettendomi in gioco e allargando i miei orizzonti.”

“Ho apprezzato molto la disponibilità di Marco, e di tutto lo staff. E poi anche la possibilità di confrontarsi in modo costruttivo con gli altri partecipanti.”

“[…] essere seguiti passo a passo con gli esercizi.”

profile-pic
Mariano Eugenio Rizzuto

“il corso […] creatività, libertà, superamento di barriere e preconcetti e, non ultimo, divertimento.”

“Il passaggio cruciale per me è l'idea del racconto fotografico, andare oltre la singola immagine e costruire la propria storia per rappresentare nel modo più completo un proprio pensiero.”

“Complessivamente il mio giudizio sul corso è del tutto positivo, buono il rapporto qualità prezzo, comoda la modalità di fruizione senza che il non incontrarsi di persona comprometta il coinvolgimento nel corso e il senso di far parte di un gruppo.”

profile-pic
Orietta Turrini

“Inizialmente, il fatto di affrontare un corso online mi lasciava molto perplesso sui risultati. Invece il corso è molto fluido e lascia i tempi per metabolizzare le lezioni.”

“[…] è migliorato il mio approccio con la fotocamera, meno dubbi su cosa e come osservare.”

Da non perdere soprattutto per chi, come me, ha una discreta conoscenza del mezzo ma è carente di idee.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
MARINO GARBO

E’ cambiato tantissimo, dal fotografare con timidezza ad un modo di farlo consapevole, aperto a tante osservazioni ed emozioni.”

“I webinars sono stati tutti approfondimenti ricchi di significato.”

“[…] meccanismi e contenuti che aprono veramente la nostra mente […]”

profile-pic
Rosamilla Barbisan

“[…] ho imparato a pensare la fotografia come un processo le cui fasi, messe nel giusto ordine, mi hanno fatto acquisire la consapevolezza dell'atto fotografico.”

“[…] mi ha consentito di esprimermi immediatamente in modo più compiuto.”

“[…] fare il salto di qualità verso la consapevolezza e le motivazioni del fotografare.”

Giudizio: 5 out of 5 stars (5 / 5)

profile-pic
GIOACHINO DIVITA

“[…] il mio modo di pensare e affrontare la fotografia è cambiato radicalmente.”

“Marco con il suo grande impegno nell’insegnare, raccontare e analizzare la fotografia e le immagini, ha fatto sì che mi si aprisse un nuovo mondo.”

“Consiglierei il corso a tutti coloro che vogliono trovare nuova ispirazione, nuove idee e soprattutto trovare il proprio stile.”

profile-pic
Angelo Negri

“[…] il feedback di Marco è stato la cosa che ho apprezzato di più”

“la ricchezza di esempi distribuiti in tutto l’ambito del corso è un’ottima fonte di spunti e chiarificazioni”

“Il fatto che il corso sia online ti permette di seguirlo quando vuoi, il che facilita molto la gestione del tempo”

profile-pic
Giovanna Dotto

“Non avevo idee, non sapevo pianificare, tendevo a "copiare", quindi a realizzare foto simili ad altre già viste... non ero "consapevole"[..]”

“Per fortuna mi sono fermato in tempo aggirando gli scogli e trovando riparo nel "porto" sicuro di Marco Scataglini e Reflex-Mania.”

“Sto imparando a immaginare una foto, come realizzarla al meglio perché possa raccontare di me, del mio stato d'animo oltre che del soggetto... il poter "raccontare" qualcosa di mio in maniera originale...”

“Posso dire che sono contento di aver intrapreso questo mio percorso, che vale tutti i soldi investiti, fino all'ultimo centesimo.”

profile-pic
Giuliano Battistelli

Marco è molto presente nel gruppo facebook, sia con gli esercizi settimanali che quelli del corso vero e proprio.”

“Sono sicuramente più cosciente di come posso sfruttare l'immaginazione, ma forse, ancor più importante, mi sta insegnando come gestire e indirizzare un racconto a immagini.”

“[…] massima libertà nelle tempistiche, avendo la possibilità di coniugare la qualità delle spiegazioni con i benefici dell'apprendimento autonomo."

profile-pic
Riccardo Pianalto

“[…] ho visto maturare la mia consapevolezza, il mio modo di vedere ed anche il mio modo di pensare.”

“[…] il docente: Marco Scataglini. Un vero valore aggiunto, di cui non posso che apprezzare serietà, preparazione, puntualità.”

“[…] la mia preferenza va agli esercizi collettivi: sviluppare un tema, confrontarsi con gli altri ed infine vedere il lavoro di tutti raccolto in una e-zine è molto bello e stimolante.”

profile-pic
Tiziano Pellegrini

“L'iscrizione attraverso il web mi spaventava un po'...poi tutto è andato alla meraviglia!”

Mi rendo conto di aver acquisito una maggiore consapevolezza fotografica [...] ho certamente imparato a pensare prima di scattare sia in riferimento alla progettualità che al messaggio che vorrei mandare con l'immagine”

“Raccomanderei questo corso a chi, dotato di basi fotografiche, voglia alzare la propria competenza scegliendo il tempo da dedicarvi in autonomia”

“Sono appena tornata da un viaggio importante ed ho sperimentato che il mio approccio fotografico si è evoluto, mi risuonavano in testa le parole di Marco ed i miei risultati sono stati superiori a quelli standard.”

profile-pic
Stefania Musolesi

“ E' un corso che stimola la creatività, grazie ai numerosi esercizi proposti. Mi ha stimolato ad avvicinarmi alla scoperta e conoscenza di famosi fotografi e alla lettura di una foto, argomento che non conoscevo.”

Vorrei fare i miei complimenti per la serietà e la disponibilità con cui Marco segue costantemente tutti gli allievi e per i preziosi consigli che fornisce nei webinar.”

Ho apprezzato la quantità di materiale che viene fornito e il fatto che se non si riesce a stare nei tempi per qualsivoglia motivo, c'e' possibilità di recupero successivo praticamente senza limiti di tempo.”

profile-pic
Daniela Bruss

Vuoi saperne di più? Lasciaci i tuoi contatti e clicca il bottone arancione che trovi qui sotto. Al più presto ti invieremo tutti i dettagli.

P.S. #ATTENZIONE#

Se hai qualche curiosità particolare a cui vorresti dare subito una risposta, scrivi la tua domanda nei commenti che trovi qui sotto. Faremo il possibile per risponderti immediatamente.

Copyright 2018 - EMA srls

Feb 19

SEP TYP lista attesa

By myreflexmania | SEP

Messaggio ricevuto!
Nelle settimane precedenti all'apertura delle iscrizioni alla prossima edizione di
Smettere di Essere Principiante
riceverai una mail con un link riservato per l'acquisto in anteprima.

 Ci sentiamo presto.
Grazie e buona luce da RM!

© ​EMA srls All Rights Reserved. Disclaimer

Feb 19

SEP sales full

By myreflexmania | SEP

Sei pronto a smettere di fare foto soltanto "carine" ?

Smettere di Essere Principiante

L’unico corso online in Italia per imparare davvero il
Linguaggio della Fotografia.


Scoprirai come:

  • Scattare fotografie che comunicano il tuo messaggio
  • Stimolare la tua creatività in modi che non hai mai utilizzato prima.
  • Progettare un'immagine sfruttando la pre-visualizzazione e il pensiero visivo
  • Selezionare gli scatti "giusti" e metterli in sequenza perché parlino al tuo pubblico
  • Mettere te stesso e le tue emozioni dentro ai tuoi scatti
  • "Leggere" le tue fotografie e quelle dei grandi fotografi, capendo perché alcune foto funzionanoe altre no
  • Passare da una singola immagine al concepimento di un intero progetto fotografico e alla realizzazione di un portfolio strutturato

Smettere di Essere Principiante è un corso diverso da tutti gli altri. Un metodo unico e completo per sviluppare la tua capacità di vedere, di raccontare e di comunicare con le immagini.


Il senso di questo progetto ce lo illustra Marco Scataglini, l'autore, nel breve video qui sotto:

21 lezioni teoriche, 24 esercitazioni pratiche, 6 monografie storiche,  7 case studies tratti dall’esperienza professionale di Marco Scataglini, 9 video di approfondimento, più di 250 fotografie commentate, 7 webinar registrati e altri 6 in diretta, decine di esempi commentati tratti dalle esercitazioni dell'edizione precedente, accesso al gruppo facebook per partecipare alle esercitazioni ogni settimana


Il tutto accessibile in qualunque momento e per sempre con una semplice connessione internet.

Le iscrizioni chiudono tra

05
Giorni
07
Ore
46
Minuti
23
Secondi

100% soddisfatti o rimborsati

Garanzia di rimborso totale entro 60 giorni dall'acquisto. Nessuna spiegazione dovuta.

oppure continua a leggere per scoprire i dettagli

Il segreto di un bravo fotografo

C’ e’ una storia vera, dalla A alla Z, che racconto spesso a chi mi chiede come fare a migliorare i suoi scatti o come fare a “diventare un bravo fotografo”.  

Una storia che, apparentemente, con la fotografia ha poco a che fare….

Comincia alle 2.27 del pomeriggio del 30 marzo 1981, quando John Hinkley, giovane erede di una famiglia di petrolieri affetto da disturbo narcisistico di personalità, spara 6 colpi calibro 22 contro il presidente Ronald Reagan e la sua scorta mentre stanno uscendo dall’Hilton Hotel di Washington.

 

La notizia rimbalza sulle news di tutto il mondo facendo diventare l’attentato uno dei momenti più emblematici degli anni 80, come l’abbraccio fra il Papa e Gorbaciov, la caduta del muro di Berlino e il primo video musicale della storia lanciato sul canale MTV.

Quello che pochi sanno però è che, una manciata di minuti prima degli spari, un uomo brasiliano di 37 anni, magro, alto, con i segni inequivocabili di una precoce calvizie,  “sente una strana sensazione” e decide di lasciare la sua stanza dentro l’hotel per uscire a fare due passi.

L’uomo si chiama Sebastiao Salgado, ha un passato da analista economico per l’Organizzazione Mondiale del Caffè e, fino a quasi 30 anni di età, non ha praticamente mai tenuto in mano una macchina fotografica.

Quel giorno però esce in strada con le sue fidate Leica al collo: da qualche anno infatti (e da completo autodidatta) è diventato un fotografo professionista, tanto che si trova in città proprio per realizzare un servizio sul nuovo presidente americano, in carica da due mesi.
 
Sebastiao arriva sul marciapiede in cui Reagan sta salutando la folla più o meno nello stesso momento in cui Hinkley comincia a sparare.

Con la stessa naturalezza istintiva con cui le guardie del corpo si lanciano a proteggere Reagan e la gente intorno a lui si butta per terra, Salgado porta il mirino della Leica all’altezza dell’occhio destro, chiude il sinistro, e comincia a fotografare.

Nel minuto e mezzo successivo scatta ben 76 fotografie, quasi una al secondo.  Niente male, vista la tecnologia del tempo.

“Scattavo e scattavo e mi sembrava come se tutto attorno a me si stesse muovendo al rallentatore” – dichiarerà Salgado in una intervista.

Le sue fotografie (e quelle di Ron Edmond, altro fotografo presente sul posto) nei giorni successivi fanno il giro del mondo.

Il resto è storia.

Reagan, nonostante un proiettile nel polmone, si salva, Hinkley finisce in un ospedale psichiatrico in cui è tutt’ora rinchiuso, e Salgado diventa uno dei fotografi più famosi ed emblematici che si siano mai dedicati a questa arte.

Un estratto dei provini di Salgado

Ma cosa c' entra questo con “diventare un bravo fotografo”?


Vedi:
•    Non tutti possono abbandonare lavoro e carriera a 30 anni per mettersi a girare il mondo a scattare foto.
•    Pochi, fra quelli che si dedicano alla fotografia, vengono pagati per i loro scatti.
•    Meno ancora sono i fotografi che diventano famosi.
•    Quasi nessuno infine si troverà mai a passeggiare lì per caso proprio mentre stanno sparando a un presidente.

Tutti i bravi fotografi però hanno qualcosa che li accomuna.
Qualcosa di così forte e radicato da emergere in qualunque situazione.

E’ la capacità, quando il loro occhio coglie “qualcosa” - e non c’è bisogno che siano pallottole, può anche essere un tramonto sul fiume – di tirare su la macchina fotografica e cominciare a scattare per raccontarlo.

Con naturalezza e precisione, incuranti di tutto il resto, proprio come fece Salgado quel giorno.  

A chi vuole diventare un bravo fotografo dunque spesso chiedo: perché vuoi fotografare?

Se la risposta è “perché voglio, sento, credo che posso raccontare qualcosa con le mie  fotografie” 
allora so che ho davanti qualcuno che vuole Smettere di Essere un Principiante.

Un workshop da 3000 euro

“Dovremmo pensare a un fotografo come a un samurai che compie rituali, mosse e gesti al fine di sviluppare le sue tecniche e il proprio istinto”.

Alex Majoli

Quello nella foto è Alex Majoli, ha 47 anni, ed è uno dei fotografi contemporanei più affermati e carismatici.

Tanto che dal 2012 fino al 2017 è stato il presidente della più prestigiosa agenzia fotografica del mondo, la Magnum Photo.

Non solo uno dei più giovani (forse addirittura il più giovane) a diventarlo, ma anche il primo e finora unico italiano a guidare l'agenzia fondata da mostri sacri del calibro di Robert Capa e Henri Cartier-Bresson.

Quando però l’ho conosciuto io, circa 15 anni fa, Alex Majoli era il talentuoso giovane fotografo di 32 anni che sostituiva Paolo Pellegrin - indisponibile per malattia – come titolare di un workshop dedicato a fotografare le processioni pasquali in Sicilia.

E io ero un ancor più giovane studente iscritto a quel workshop insieme ad altri 15 aspiranti fotografi: 10 giorni (quasi per caso) che hanno cambiato radicalmente il mio modo di vedere la fotografia.

Per quanto ti possa sembrare strano, durante quell’esperienza non imparai a impostare i diaframmi o i tempi di scatto, e neanche a fare il panning o a sfruttare il bokeh e il fuoco selettivo, o a inquadrare con specifiche tecniche di composizione.


Certo conoscevo già qualche nozione di base, ma molta della competenza tecnica l’ho poi acquisita dopo.


Tra iscrizione, spostamenti, vitto, alloggio, e tutte le spese accessorie, spesi più di 3000€, che sono tanti ancora oggi, ed erano per me tantissimi nel 2003. 


Eppure posso dire con certezza che ne è valsa la pena.

 

Se potessi salvare una sola esperienza formativa di tutto il mio percorso nella fotografia, salverei quella. Perché penso che, se mai è successo, quella è la volta in cui ho imparato davvero cosa significa fotografare.


Io e gli altri studenti cominciammo a tempestare Majoli con le domande classiche:
-    Alex, devo cambiare macchina fotografica, tu cosa mi consigli?
-    Alex, voglio aumentare la profondità di campo!
-    Alex, ma per quello scatto che ottica hai usato?

Per fortuna però lui ci “stoppò” subito: non aveva alcuna intenzione di farci pagare un sacco di soldi per acquisire nozioni tecniche.

Era invece ossessionato dal trasmetterci la sua idea di fotografia:

 “Quando fotografi un ambiente, non limitarti a fotografarlo per se stesso, cerca di fotografare la tua esperienza dentro di esso”
“Non cercare una immagine, cerca una storia(una delle mie frasi preferite!)
“Le macchine fotografiche non mi interessano per nulla, mi interessa l’uomo che c’è dietro”

Di giorno fotografavamo, la sera commentavano insieme i provini dei rulli appena sviluppati, gli scatti della giornata.

Alex era una fonte inesauribile di ispirazione, aneddoti e consigli che negli anni successivi ho continuato a sentire dentro di me ogni volta che prendevo la fotocamera in mano o pensavo e discutevo di fotografia.

Più di ogni altra, ricordo questa semplice frase:
In una foto, perché sia buona, devi riuscire a mettere dentro te stesso”.

Nel mese di febbraio del 2017, ben 15 anni dopo averla ascoltata, ne discutevo con il fotografo e amico Marco Scataglini quando d’improvviso lui se ne esce con una definizione così semplice e precisa che, alla fine,  è divenuta l’embrione di quello che è ora il corso di fotografia Smettere di Essere Principiante.

In effetti, non a caso, è anche il titolo del primo capitolo:

L’immagine sei tu”.  

Ma, prima di parlarti di questo, voglio fare con te un piccolo passo indietro.
 

Quali sono i problemi del principiante

Come abbiamo visto, ci sono cose che tutti i bravi fotografi hanno in comune: per esempio, la voglia di raccontare; la naturalezza del gesto; la capacità di mettere se stessi “dentro” la foto.

Si tratta di cose che, se vuoi diventare a tua volta bravo, devi imparare a sviluppare (vedremo poi come vengono trattate all’interno del corso).

Allo stesso modo però, ci sono anche alcune cose che hanno in comune tutti i principianti.

Di queste, al contrario delle precedenti, devi imparare a liberarti.


Problema N°1 – La sudditanza dal come

L’hai notato?

Quando guardi delle immagini in un qualunque forum di fotografia, trovi soprattutto due tipi di commenti:
• Quelli sui dati EXIF dello scatto
• Quelli sull’attrezzatura utilizzata

Ora, non voglio dire che i parametri di scatto e gli strumenti utilizzati non siano importanti, ci mancherebbe. Ma sapere come è stata fatta una foto non ti porta necessariamente a farne di altrettanto buone.

Per prima cosa infatti, un bravo fotografo, anche se gli dai in mano una fotocamera con i parametri già pre-impostati, ti tirerà comunque fuori una buona foto.


E poi, davvero vogliamo raccontarci che gli scatti di Henri Cartier-Bresson o di Robert Capa, o di qualunque altro maestro ti possa venire in mente, sarebbero stati meno importanti se fossero stati realizzati con altri “ferri”?


Chi ci segue sul blog di Reflex-Mania quasi sicuramente ha già visto citata la mia frase preferita di Ansel Adams:


“Non c’è niente di peggio dell’immagine nitida di un’idea confusa”.

 

Smettere di Essere Principiante ti insegna proprio questo: che le idee sono più importanti dei megapixel


Problema N°2 – La mancanza di un progetto

Il fotografo principiante tipicamente non sa perché sta scattando una fotografia. A domanda risponde un generico “perché mi piace” o qualcosa di simile.


Il fotografo principiante aspetta anche, spesso, una non meglio precisata ispirazione, e fotografa qualcosa perché colpito dalla situazione in cui si trova, senza nemmeno considerare cosa, di quella situazione, sarà in grado di trasmettere al pubblico con le sue immagini.


Il vero fotografo non fa così. 


Quando viene colpito da qualcosa non si mette a scattare a caso perché “gli piace” o “gli viene”, ma perché ha in mente un’idea e cerca di realizzarla attraverso una fotografia. Se è bravo, ci riesce.


In altre parole, il vero fotografo, più o meno consciamente, quando scatta ha sempre in mente un progetto, un obiettivo, e cerca di realizzarlo utilizzando gli accorgimenti tecnici che ritiene più opportuni.

 

Il principiante no. 


Ma prova a pensarci un attimo. E’ sensato che uno si metta a scrivere un romanzo, o anche solo un racconto, senza prima aver ideato cosa vuole dire?


Con Smettere di Essere Principiante abbiamo scomposto e analizzato il flusso di lavoro di un vero fotografo professionista, Marco Scataglini, per mostrarti passo passo come trasformare un’idea astratta in un pensiero visuale e, da qui, sviluppare un progetto di fotografia coerente. 


Attraverso un metodo che combina tecniche diverse (dall’uso delle parole chiave alle applicazioni del pensiero laterale), Marco ti insegnerà a liberare tutta la tua creatività, ma al tempo stesso a incanalarla in un flusso di lavoro organizzato e focalizzato.


Problema N°3 – L’incapacità di andare oltre la singola fotografia

Il fotografo principiante tende a ragionare per singoli scatti. Cerca “LA” foto ad effetto.

 

Ma la verità è che la fotografia è un linguaggio: e come in un linguaggio, riuscire ad esprimere qualcosa di veramente significativo per gli altri attraverso una singola frase è un’operazione molto ma molto difficile.


Tanto è vero che tutti i fotografi “veri” non cercano “lo scatto”, ma  lavorano alla realizzazione di progetti fotografici che per definizione si sviluppano in serie di immagini coerenti, che tutte insieme veicolano un messaggio.


Solo a posteriori, a volte, vengono poi estrapolate da un lavoro alcune immagini particolarmente significative, che diventano iconiche e vivono anche fuori dal progetto in cui sono nate.


Perché dunque un fotografo principiante dovrebbe iniziare dal compito più difficile in assoluto, cioè quello di produrre una singola immagine significativa?


Eppure è proprio questo che cercano di fare la maggior parte dei nuovi studenti di fotografia!


Non ha più senso che, come per la lingua scritta, si cerchi invece di esprimere il proprio messaggio attraverso una narrazione più articolata?


Per questo, Smettere di Essere Principiante ti introduce al concetto di serie fotografica e ti mostra come, combinando più immagini, puoi amplificare esponenzialmente la potenza del tuo messaggio, insegnandoti a scattare, selezionare e ordinare le tue fotografie in funzione del progetto che hai in mente.

 

Non importa che le immagini siano scattate nel corso di un minuto, un anno, o una vita: se sai come farlo, potranno sempre essere organizzate in una serie coerente, una serie che racconta qualcosa.

 

Ricordi Salgado?  76 foto in un minuto e mezzo!

 

Ma non credere che le abbia scattate a caso e poi presentate al mondo in ordine sparso.


Grazie alla sua capacità di muoversi in maniera orientata sul “palcoscenico” fotografico e di selezionare il risultato che ne deriva, da quelle 76 foto Salgado ha tratto una storia completa, con un inizio, uno svolgimento e una fine.


E puoi imparare a farlo anche tu, che si tratti di un progetto fotografico di 5 minuti o del progetto di una vita. 


Le iscrizioni chiudono tra

05
Giorni
07
Ore
46
Minuti
23
Secondi

100% soddisfatti o rimborsati

Garanzia di rimborso totale entro 60 giorni dall'acquisto. Nessuna spiegazione dovuta.

oppure continua a leggere per scoprire i dettagli

Cosa troverai in questa pagina

Abbiamo radunato qui tutte le informazioni utili a valutare se il nostro corso fa per te, in modo che possa decidere al meglio.


Ecco cosa troverai nelle righe che seguono:

Per chi è Smettere di Essere Principiante

Con tutto questo parlare di grandi fotografi penserai che Smettere di Essere Principiante sia un corso "difficile", ma non è affatto così.


E', semplicemente, molto diverso dai normali corsi di fotografia.

Questi ultimi infatti si concentrano sul funzionamento della macchina fotografica e sugli elementi tecnici di base, dal triangolo dell’esposizione alla profondità di campo.

Sono, di fatto, corsi per diventare principianti.

Smettere di Essere Principiante non è nato con quel tipo di intento. Con Smettere di Essere Principiante abbiamo voluto offrire, a chi ne sente la necessità, la possibilità di andare oltre tutto questo. Ne consegue che, necessariamente, Smettere di Essere Principiante non è nato come un corso per tutti.


Fin da subito, quando ci siamo lanciati in questo progetto, con Marco Scataglini avevamo ben chiaro l’identikit del nostro studente “tipo”: l’appassionato di fotografia che non ambisce semplicemente a fare belle foto (o peggio, foto “carine”), ma che invece vuole fare buone foto.


Lo diceva Ugo Mulas già negli anni ’60.


La foto buona è quella che comunica qualcosa a chi la osserva (di nuovo, l’importanza del racconto e del tuo messaggio). Il fatto che sia anche bella è rilevante solo quando funzionale al fatto di essere buona.


L’aspetto meramente tecnico dunque è secondario, non perché non sia importante, ma semplicemente perché deve eventualmente conseguire all’intento della fotografia, e non esserne l’origine.

Per questo, il tuo livello tecnico non è il fattore determinante nel definire se Smettere di Essere Principiante possa essere adatto a te.


La parola magica invece è un’altra: perché.
•    Perché voglio fare questa fotografia?
•    Perché utilizzare questa tecnica?
•    Perché riprendere da quest’angolo visuale e con questa inquadratura?


Perché è questo che conta alla fine, nella fotografia come nella vita il segreto sta nei perché, non nei come.

Come fotografo, al pari di uno scrittore, hai a disposizione strumenti incredibili per emozionare, commuovere, divertire, intrattenere le persone; hai la possibilità preziosa di narrare storie e mostrare mondi (reali o di fantasia), di metterti in gioco e di aprire la tua anima…


E credimi, non è possibile ridurre tutto questo solo allo studio della coppia tempo/diaframma o all’acquisto di un nuovo modello di fotocamera.


Quello che conta non è dunque la tecnica in sé, ma l’attitudine, la volontà di rivoluzionare il tuo approccio alla fotografia e all’atto del fotografare. La tecnica è il mezzo che devi saper sfruttare per raggiungere il fine. Non viceversa.

  • Vuoi imparare a comunicare un messaggio con i tuoi scatti?
  • Vuoi stimolare la tua creatività fotografica in modi che non hai mai utilizzato prima?
  • Vuoi scoprire come si racconta una storia fotografando?
  • Vuoi imparare a “leggere” le tue foto e quelle dei grandi fotografi?
  • Vuoi imparare a mettere te stesso e le tue emozioni nelle tue fotografie?
  • Vuoi pensare e scattare “per progetti”?

Insomma, vuoi uscire dalla banalità delle foto “carine” e imparare davvero a parlare il linguaggio della fotografia?


Allora Smettere di Essere Principiante è stato realizzato per te.

Cosa pensano gli studenti

Prima di andare a vedere nei dettagli il programma del corso penso che, per decidere se fa per te, possa esserti utile leggere il parere di alcuni studenti.

Eccone alcuni estratti.

“Marco è un ottimo insegnante perché trasmette le cose con chiarezza ed è in grado di coinvolgere le persone anche se la classe non è fisicamente presente.”

“Il corso è decisamente fuori dagli schemi e - cosa importantissima - mi ha fatto tornare la voglia di fotografare che si era un po' spenta”

“Consiglierei Smettere di Essere Principiante a tutti coloro (e credo che prima o poi capiti a tutti) che si trovano in un momento di stallo, di non creatività, di 'stanchezza' fotografica.”

profile-pic
Maurizio Paglia

“Sono felicissima che Marco abbia messo in piedi un gruppo con cui interagire e soprattutto apprezzo la sua velocità nelle risposte, la sua pacatezza e delicatezza. Non ti butta mai giù e i suoi consigli sono preziosi.”

“Marco è paziente e costruttivo e non disprezza mai il lavoro di nessuno. Ci regala i webinar che, non mi aspettavo, sono inclusi nel costo iniziale. E poi, le proposte di esercizi guidati intrigano molto e fanno crescere.”

“Riuscite a colorare le mie giornate appesantite da un lavoro che non mi piace! Grazie!”

profile-pic
Daniela Di Leo

“L’elemento che ho apprezzato di più è stata la generosità e la disponibilità di Marco Scataglini a dare consigli e suggerimenti.”

“L’idea di impostare il corso sul principio di imparare a costruire un nostro progetto fotografico mi è piaciuta fin da subito.”

“Consiglierei il corso a quelle persone che vedono la fotografia come un percorso interiore e personale, un viaggio all’interno di se stessi.”

profile-pic
Daniela Pinna

“Non avevo idee, non sapevo pianificare, tendevo a "copiare", quindi a realizzare foto simili ad altre già viste... non ero "consapevole"[..]”

“Per fortuna mi sono fermato in tempo aggirando gli scogli e trovando riparo nel "porto" sicuro di Marco Scataglini e Reflex-Mania.”

“Sto imparando a immaginare una foto, come realizzarla al meglio perché possa raccontare di me, del mio stato d'animo oltre che del soggetto... il poter "raccontare" qualcosa di mio in maniera originale...”

“Posso dire che sono contento di aver intrapreso questo mio percorso, che vale tutti i soldi investiti, fino all'ultimo centesimo.”

profile-pic
Giuliano Battistelli

N.B. Se vuoi, trovi la versione integrale di tutte le recensioni al fondo della pagina

Cosa imparerai con Smettere di Essere Principiante

Smettere di Essere Principiante è basato su un percorso di laboratori fotografici tramite i quali costruirai, mattone su mattone, la tua consapevolezza di fotografo, imparando a padroneggiare il linguaggio della fotografia.


Un percorso che parte dalla costruzione dei primi scatti e ti guida senza strappi fino allo storytelling fotografico e alla realizzazione di un portfolio completo.


La filosofia alla base del metodo di questo corso è in essenza semplice: la fotografia è un linguaggio, e come tale deve essere trattata.


Abbiamo quindi identificato quelli che chiamiamo i 6 pilastri del linguaggio fotografico, che costituiscono le fondamenta della costruzione dell’immagine e del progetto in fotografia.


In Smettere di Essere Principiante, i 6 pilastri del nostro metodo si sviluppano in 6 sezioni di un corso online, accessibile a qualunque ora e per sempre con una semplice connessione internet,  che ti porteranno progressivamente ad acquisire le competenze e la consapevolezza necessarie a concepire, organizzare e realizzare un progetto fotografico completo e coerente.


Sia che si tratti di una singola foto ricordo (carica di emozioni), sia che si tratti del tuo primo reportage.


Il tutto arricchito dalla guida del docente e dall'interazione con gli altri corsisti attraverso il gruppo facebook dedicato. 


Seguendo il corso acquisirai un metodo che ti permetterà di:

  • 1
    Sviluppare la tua capacità di vedere, e quindi di raccontare e comunicare con le immagini.
  • 2
    Mettere la tecnica al servizio del processo creativo, e non viceversa.
  • 3
    Pianificare, organizzare e realizzare un progetto fotografico tutto tuo.

Parte I - La fotografia

Nella prima parte del corso vengono affrontati i 3 i pilastri attraverso i quali imparerai a costruire una immagine significativa, quella che possiamo definire "una buona foto".


E, come ti avevo anticipato quando ti parlavo di Alex Majoli, tutto comincia da te stesso.


I. L'IMMAGINE SEI TU - IL PILASTRO DELL'ISPIRAZIONE

La prima sezione è dedicata a farti prendere confidenza con il concetto di immagine, e a farti (ri-)scoprire come la costruzione di una immagine "che funziona" (che cattura il suo pubblico), passa attraverso la capacità di mettere te stesso nei tuoi scatti.


Riuscirai a creare immagini emozionanti quando imparerai l'arte di mettere le tue emozioni nelle immagini che produci.


•    Grazie a un viaggio che attraversa la storia della fotografia, dal Pittorialismo agli "equivalents" di Stieglitz, un caso di studio sul fotomontaggio moderno, l'analisi del "Punctum" di Barthes e 5 esercitazioni mirate, scoprirai quanto è importante fare in modo che tu sia dentro le tue immagini, e come raggiungere lo scopo.


II. PENSARE FOTOGRAFICAMENTE - IL PILASTRO DELL'IDEAZIONE

La seconda sezione del corso è dedicata ad approfondire il rapporto tra pensiero e immagine.


Come si trasforma un'idea in una immagine efficace? Quali strumenti e trucchi puoi usare per trasformare un'idea razionale in un processo creativo? Quali fonti di ispirazione puoi sfruttare per stimolare la tua creatività?


•    Ripercorreremo insieme gli insegnamenti del grande maestro Ansel Adams e, anche grazie alla sua guida illuminante, apprenderai quanto è importante "l'idea" che sta dietro un'immagine.
•    Imparerai a leggere una fotografia, per analizzarla e cogliere gli elementi che la rendono efficace (o meno).
•    Al tempo stesso, vedremo insieme quanto è possibile migliorare attraverso la semplice analisi dei propri errori.
•    Vedrai come sfruttare le liste creative per rendere più originali le tue immagini.
•    Infine, attraverso un caso di studio reale, analizzeremo passo dopo passo come si può trasformare un'idea in un'immagine.


III. PROGETTARE UN'IMMAGINE FOTOGRAFICA - IL PILASTRO DELLA REALIZZAZIONE

Nella terza sezione del corso scoprirai come incanalare il flusso di emozioni che abbiamo risvegliato nella sezione 1 e combinarlo con i processi ideativi che hai appreso nella sezione 2, in modo da far confluire la tua energia creativa nei tuoi scatti attraverso un flusso di lavoro ordinato.


Infatti, vogliamo dare sì libero sfogo all'istinto e alle emozioni, ma al tempo stesso il nostro obiettivo è convogliare questa energia in un progetto coerente, che trasmetta un messaggio potente e chiaro al nostro pubblico.


In questa sezione del corso imparerai come ottenere questo risultato nella costruzione di un'immagine.


•    Scoprirai come mettere la tecnica al servizio della creazione dell'immagine, e non viceversa.
•    Vedremo insieme come l'attrezzatura può condizionare il tuo lavoro.
•    Inoltre, imparerai a rendere più efficace una fotografia delimitandone lo scopo, definendo meglio l'obiettivo dell'immagine che vuoi creare.
•    Sarai guidato attraverso esercizi dedicati a farti familiarizzare con il mezzo fotografico, in modo da farlo diventare un naturale strumento di espressione.
•    Imparerai come "rubare" dagli esempi dei grandi "modi" efficaci di trasmettere un messaggio con le tue fotografie.
•    Infine, con un caso di studio dedicato, vedrai come tecnica e creatività possono lavorare all'unisono per trasmettere un'idea attraverso un approccio originale.

Parte II - Il progetto fotografico

Molti fotografi, anche in gamba, si fermano alla ricerca della singola immagine, ed è un vero peccato, perché è come scrivere una unica frase quando si può scrivere un racconto, o addirittura un intero romanzo.


In questa seconda parte del corso vedremo dunque qual è il valore aggiunto della serie fotografica rispetto alla fotografia singola, e ci focalizzeremo sulla trattazione dei pilastri che sorreggono la costruzione di un progetto fotografico articolato e completo.


IV. CONCEPIRE UN PROGETTO FOTOGRAFICO - IL PILASTRO DELLA PIANIFICAZIONE

Se nella sezione precedente abbiamo voluto affrontare il rapporto tra pensiero e immagine, qui allarghiamo il discorso, arrivando a delineare il processo creativo che ti permettere di concepire un progetto fotografico strutturato.


•    Prenderemo ad esempio Minor White, come prototipo del fotografo che piega l'immagine al servizio del concetto (con i pregi e i limiti di questo approccio).
•    Analizzeremo insieme il segreto dei "salti" del maestro Philippe Halsman.
•    Scoprirai che cos'è veramente lo "storytelling", di cui molti parlano, ma che in realtà pochi conoscono davvero.
•    Con Adobe Spark, scoprirai che anche tu puoi diventare immediatamente uno storyteller, se hai qualcosa da dire.
•    Vedremo insieme cosa significa raccontare con le immagini, anche attraverso l'analisi di un caso di studio reale sulla realizzazione di un reportage per rivista.
•    Infine, scoprirai cosa significa passare dal concepire la singola fotografia al progettare una serie coerente, imparando a riconoscere l'importanza di ideare e sviluppare coerentemente un tema.


V. SVILUPPARE IL PROGETTO FOTOGRAFICO - IL PILASTRO DELL'ELABORAZIONE

Una volta che un progetto viene concepito, il passo successivo è svilupparlo con coerenza.


Che struttura deve avere un progetto per essere efficace? Come puoi evitare la dispersione, che ti fa iniziare mille progetti per poi non portarne a termine nemmeno uno? Queste sono alcune delle domande a cui troverai risposta in questa sezione.


•    Anche qui avremo il nostro Caronte che ci guiderà nella traversata, anzi due. Due grandissimi maestri del racconto per immagini: Robert Frank e Duane Michals. Con il loro esempio scoprirai l'importanza della struttura del racconto e della coerenza progettuale.
•    Imparerai l'importanza di porti dei limiti, per evitare che il progetto ti sfugga di mano, e scoprirai quanto puoi imparare dal cinema per raccontare con le tue immagini.
•    Analizzeremo insieme casi reali di realizzazione di servizi fotografici di viaggio come esempio per trattare anche gli aspetti più pratici e organizzativi che condizionano lo sviluppo di un progetto, soprattutto se si hanno aspirazioni da "pro".
•    Con le esercitazioni, comincerai a produrre i tuoi primi progetti strutturati.


VI. L'EDITING E LA CREAZIONE DEL PORTFOLIO - IL PILASTRO DELLA SINTESI

L'ultima sezione è dedicata alla presentazione del tuo lavoro. Fare ottime fotografie non basta, se poi non sei in grado di mostrarle in modo efficace al tuo pubblico.


Come si scelgono gli scatti più efficaci? Quanti ne devi scegliere? Come si organizza una sequenza? Fa differenza preparare una selezione per un portfolio, per una mostra o per un servizio fotografico?


•    Imparerai a "creare" una storia mettendo in sequenza una serie di immagini.
•    Imparerai a decontestualizzare l'immagine e a riutilizzarla rendendola funzionale allo scopo del tuo racconto.
•    Analizzeremo e ripercorreremo insieme il lavoro di selezione degli scatti per una mostra tematica.


Tutti insieme, questi 6 pilastri costituiscono gli elementi essenziali della consapevolezza dell'atto creativo in fotografia, che parte da una singola fotografia ben riuscita per arrivare, se lo vuoi, a una intera storia raccontata attraverso le immagini.


Acquisendoli, ti accorgerai che cambierà completamente il tuo approccio all'immagine fotografica, sia come produttore che come fruitore.


Le iscrizioni chiudono tra

05
Giorni
07
Ore
46
Minuti
23
Secondi