Corso Accelerato di Tecnica Fotografica

di Reflex-Mania

Se ancora ti capita di “pasticciare” con la macchina fotografica o hai dubbi sui fondamentali della tecnica, immagina per un attimo:

  • ​​​​​​Di conoscere tutta l’attrezzatura fondamentale e di sapere manovrare i comandi della tua macchina fotografica con precisione e fluidità.
  • ​​​Di avere una conoscenza profonda, precisa e senza dubbi di come si utilizzano ISO, apertura e tempi.
  • ​​​Di poter decidere con cognizione di causa su tutte le possibili variabili: modalità autofocus, esposizione, inquadratura, focale, profondità di campo, movimento…
  • ​​​Di sapere cosa fare per ottenere una buona foto anche quando le condizioni sono tutte contro di te.
  • ​​​Di saper leggere le caratteristiche della luce e della scena così bene da vedere la tua fotografia prima ancora di realizzarla davvero.
  • ​​​​​​​​Di non dover andare chissà dove per fare uno scatto memorabile, perché sei capace di riconoscere le grandi occasioni di scatto anche nell’angolo dietro casa tua.

​Ecco, è tutto ciò che ti capiterà studiando il nostro Corso Accelerato di Tecnica Fotografica.

Iscrivendoti avrai accesso istantaneo e illimitato a  34 lezioni + 19 esercizi e quiz online, tutti accessibili da subito e per sempre tramite una semplice connessione internet.


Potrai seguire il corso da dove vuoi tu,  secondo i tuoi ritmi e le tue esigenze, senza alcun limite di tempo.

AVRAI IN PIU' 3 BONUS ESCLUSIVI

Riceverai compreso nel corso il nostro nuovo manuale:

"MODELLARE LA LUCE"

​grazie al quale potrai cominciare ad utilizzare il flash come un vero strumento creativo.


Coaching Personalizzato

​Potrai contattare in ogni momento i nostri tutor per risolvere qualunque tuo dubbio fotografico, sia tramite il modulo apposito presente alla fine di ogni lezione sia attraverso un indirizzo email dedicato a te.


Avrai in regalo il nostro manuale:  

"INTRODUZIONE ALLA STREET PHOTOGRAPHY"

grazie al quale potrai scoprire attrezzatura, storia e tecniche di uno dei generi fotografici più difficili ed amati. 

​100% soddisfatti o rimborsati

​Garanzia di rimborso totale entro 60 giorni dall'acquisto. Nessuna spiegazione dovuta.

​...continua a leggere per scoprire i dettagli...

Perché hai comprato la tua macchina fotografica?

Quando, ormai diversi anni fa, ​tenevo ancora corsi e workshop di fotografia, iniziavo sempre la prima lezione rivolgendo a ciascuno dei miei allievi la stessa domanda: 

“Perché hai comprato la tua macchina fotografica?”

Ricevevo risposte molto diverse.

Alcuni, pochissimi in verità, volevano diventare fotografi professionisti.

Tanti si erano semplicemente appassionati all’idea vedendo foto altrui, e volevano “provare anche loro”.  

Qualcuno cercava una maniera nuova di esprimere sé stesso.

Molti volevano catturare nella maniera migliore possibile ricordi e sensazioni dei loro viaggi, esperienze e persone care. 

​Altri infine ammettevano candidamente “di non saperlo esattamente”, e che l’avrebbero magari scoperto lungo la strada.

Una volta ascoltate le risposte di tutti facevo una lunga pausa teatrale e poi, con voce grave, dicevo loro:

“Qualunque sia il motivo per cui avete comprato la vostra macchina fotografica, se non imparate la tecnica non riuscirete a raggiungerlo”.

In questa maniera stabilivo ed enfatizzavo, da subito e per tutti, il terreno comune sul quale avremmo lavorato negli incontri successivi: la tecnica fotografica.

Perché una volta, per chi faceva fotografia, le cose funzionavano così.

Da un certo momento in poi ciascuno prendeva la sua strada, dedicandosi ai generi, ai modi e agli scopi fotografici che preferiva. 

Ma prima di questo doveva per forza imparare la tecnica, e doveva farlo bene.

Se no, credimi, non ci si avvicinava nemmeno a fare delle foto accettabili. 

Sai perché ti racconto questo? Perché non mi piace barare al gioco.

Se infatti, da una parte, so che fare un corso di tecnica fotografica è uno dei migliori investimenti che puoi fare nella tua passione, dall’altra so anche che oggi il suo scopo è diverso da quello che era allora.

Oggi infatti si possono fare delle foto più che discrete anche senza conoscere la tecnica fotografica.

Per la verità non è neanche più necessaria una macchina fotografica vera e propria: basta pigiare un tasto sul tuo cellulare per innescare una serie di algoritmi che trasformano la scena che hai davanti in una immagine magari non eccezionale, ma per lo meno corretta.

Accade insomma qualcosa per certi versi simile a ciò che mi diceva la mia insegnante di pianoforte da ragazzo:

 “Vedi – mi diceva – per chi suona il violino, o il flauto, è diverso. Imparano la cura del suono fin da subito, perché l’alternativa è uno strazio. Ma con il pianoforte no. Basta che pigi i tasti e le note escono fuori più o meno “giuste”. E così in tanti, quasi tutti, si accontentano di quello, senza nemmeno accorgersi che c’è un abisso tra un tasto pigiato e una nota suonata davvero”. 

Chi oggi, dunque, compra una macchina fotografica, lo deve fare per cercare di colmare, almeno in parte, quell’abisso che c’è fra il pigiare delle note e il suonare davvero.

Se no, tanto vale usare il telefonino.

Oggi come allora, te lo dico con la stessa voce grave che usavo con i miei studenti, quell’abisso si inizia a colmare imparando la tecnica fotografica.

Il mio problema con la fotografia

La scintilla fra me e la fotografia è nata grazie a un libro di Cartier-Bresson che ho trovato nella libreria di mio padre, ma posso dire che per lungo tempo è stato un amore decisamente non corrisposto.

Ci sono infatti persone che nascono con “l’occhio del fotografo”, cioè con un talento naturale per capire come si realizzano delle belle immagini.  

Ma io, purtroppo, non sono stato uno di loro. Anzi, quando ho iniziato direi che ero parecchio più scarso della media.

La fotografia infatti implica un certo grado di manualità, dote che non fa parte del mio bagaglio genetico.

​E questa mancanza di fluidità nell’utilizzo della fotocamera mi condizionava anche sul piano creativo.

Ero talmente indaffarato a gestire comandi, messa a fuoco, tempi, luce e via dicendo, che mi capitavano invariabilmente tre cose:

  • Mi focalizzavo troppo sullo strumento e poco su quello che stava intorno a me, con il risultato che raramente notavo situazioni di scatto interessanti.
  • Quando anche notavo qualche cosa che valeva la pena essere fotografato, non ero comunque abbastanza pronto per coglierlo
  • Quando anche notavo qualche cosa di interessante ed ero pronto per fotografarlo, sbagliavo qualche settings e la foto veniva male.​​

Ora, non voglio neanche esagerare in negativo: è chiaro che qualche buona foto mi riusciva.

Ma rispetto al tempo che dedicavo alla fotografia e alle aspettative che avevo, erano molte di più le delusioni.

La svolta, come qualche volta ho raccontato in altre sedi, me la diede quella che nello sport si chiamerebbe “rivoluzione nella metodologia di allenamento”.

Avevo infatti passato moltissimo tempo ad andare in giro a fotografare, convinto che, accumulandosi le ore di scatto, una certa maestria ne sarebbe derivata come diretta conseguenza.

Non avevo invece mai lavorato in maniera intenzionale e focalizzata sul miglioramento della tecnica.

Così come avevo sfogliato moltissimi libri di tecnica fotografica e me ne ero fatto una buona infarinatura, ma non ero mai andato veramente a fondo dei concetti che ritenevo più ostici.

Ero stato insomma, allo stesso tempo, pieno di entusiasmo ma anche un po’ pigro.

Mi convinsi allora che, come nello sport, per migliorare davvero e rapidamente era necessario non dell’esercizio “a caso”, ma dell’esercizio specifico, focalizzato sull’apprendimento ordinato, completo e sistematico di tutte le differenti abilità tecniche che servono a fotografare bene.

La tecnica fotografica in 3 mosse

​Il primo passo per migliorare la mia tecnica fu comprare e leggere alcuni dei migliori libri di tecnica fotografica che c’erano allora in commercio.

Rimasi però quasi subito un po’ perplesso: apparivano infatti, già nella struttura, abbastanza diversi gli uni dagli altri.

E questo diverso approccio di ciascun autore, se da una parte era molto interessante, dall’altra mi rallentava e qualche volta mi confondeva le idee.

Decisi allora di trovare e schematizzare una linea comune, un filo conduttore che legasse fra di loro gli insegnamenti che stavo studiando.

E mi resi conto che, come racconto anche all’interno del corso, la fotografia è un’arte terribilmente complessa e terribilmente semplice. Allo stesso tempo!

Complessa perché, e se pensi alle milioni di belle e brutte foto che vedi in giro credo sarai d'accordo con me, ci sono davvero infinite possibilità di scatto.

Semplice perché queste infinite possibilità dipendono in ultima analisi da solamente tre tipi di scelte:

  • Quelle sull’inquadratura che vuoi realizzare
  • Quelle sulla luce a cui vuoi esporre il sensore
  • Quelle sul grado di nitidezza che vuoi dare alle varie parti del fotogramma

Stessi soggetti - degli alberi nel bosco - e risultati molto diversi ottenuti modificando posizione del fotografo, inquadratura, lunghezza focale (e quindi angolo di campo).

Scegliere l’inquadratura significa decidere dove ti posizionerai rispetto al soggetto, come orienterai la fotocamera, con che tipo di lunghezza focale scatterai.

Se cambia la luce anche il più banale dei soggetti può cambiare radicalmente aspetto. 


Scegliere la luce significa decidere intensità, direzione, colore, durezza delle fonti di illuminazione.

Variando la nitidezza all’interno delle tue foto sei in grado di mostrare, nascondere, raccontare il soggetto e quello che gli sta intorno

Scegliere il grado di nitidezza significa decidere il punto di messa a fuoco, la profondità di campo, l’eventuale movimento di fotocamera e soggetto, la velocità di scatto dell’otturatore.

Ecco, la tecnica fotografica alla fine è tutta qua. Possederla significa:

  • Scegliere in maniera consapevole come trattare le tre variabili che ho appena menzionato
  • Armonizzare fra loro queste scelte
  • Essere in grado di realizzarle fisicamente operando sulla tua fotocamera

Quando l'allievo è pronto, il maestro appare.

Ovvero, quando davvero sei pronto ad imparare qualcosa, trovi sempre qualcuno pronto ad insegnartelo.

E così, mentre ero là che mi sbattevo sui libri e cercavo di mettere in pratica tutto quello che leggevo, ecco che mi imbattei in Fulvio, colui che devo ringraziare per aver rivoluzionato il mio approccio alla tecnica fotografica.

Lo conobbi nell'ambito di un corso di specializzazione presso l'Istituto Europeo di Design (IED). 

Lui lì insegnava storia della fotografia - tant'è che a lui devo in gran parte la mia adorazione per Frank, Winogrand e Friedlander -.

Ero talmente affascinato da ciò che ci raccontava a lezione che volli conoscerlo e cominciai a frequentarlo anche al di fuori del corso dello IED.

Fulvio cambiò il mio ritmo di appredimento in maniera ancora più radicale.

Mi ero reso conto che in fotografia c’era una sorta di “butterfly effect” alcune volte davvero difficile da interpretare: cioè, bastava cambiare anche di poco dei parametri di scatto per ottenere dei risultati assolutamente diversi.

A volte ero in grado di capirne chiaramente il perchè e il come, mentre altre mi ritrovavo a tirare un po’ a indovinare e a rimanere, alla fine, un po’ confuso.

Grazie a Fulvio invece non dovevo più farmi tutte le domande e darmi tutte le risposte da solo, ma avevo finalmente qualcuno di cui mi fidavo e a cui potevo porre qualunque domanda.

Studiavo, ragionavo, facevo le mie prove e deduzioni, e Fulvio approvava o correggeva.

3 mesi dopo aver cambiato il mio sistema di allenamento e un mese dopo aver cominciato a fotografare con Fulvio ero migliorato così tanto che mi capitò una cosa strana e sorprendente.

Stavo guardando delle mie foto che avevo appena sviluppato in camera oscura e mi ritrovai a chiedermi “Ma le ho fatte davvero io?”

Fui invaso da un misto di orgoglio e felicità.


Forse, dopotutto, non ero scarso come pensavo!

Il Corso Accelerato di Tecnica Fotografica

Prima di diventare un formatore e di lanciare uno dei blog di fotografia più seguiti e famosi di Italia, sono stato a mia volta un appassionato studente di fotografia.

Ho imparato a fotografare, come tanti a quei tempi, attraverso alti e bassi, accelerazioni e stop improvvisi, momenti di grande passione e attimi – anche abbastanza lunghi – di sconforto.

Fra le cose buone che ha portato la rivoluzione digitale di questi ultimi anni è che per te, almeno da certi punti di vista, le cose possono essere molto più semplici.

Grazie a internet infatti, per imparare la tecnica fotografica non devi più cercare ovunque introvabili manuali: tutto lo scibile umano è sostanzialmente a portata di click.

E puoi trovare qualcuno che ti segua da vicino senza spendere cifre eccessive e senza la necessità, difficilmente realizzabile, di averlo continuamente a fianco: bastano una connessione internet e un indirizzo email.

Poi, altre cose sono esattamente le stesse di un tempo: devi studiare, devi metterci passione, devi provare, devi sbagliare e rifare.

Abbiamo creato il nostro Corso Accelerato di Tecnica Fotografica tenendo conto di tutto quello che ti ho appena raccontato: delle mie esperienze come studente prima e formatore poi, e delle grandi possibilità che offre ora internet. 

E così, per prima cosa, troverai al suo interno un percorso teorico che ti guiderà passo per passo, in maniera sistematica, attraverso la comprensione delle scelte che hai davanti ogni volta che scatti.

Poi, attraverso quiz ed esercizi, potrai provare sul campo quello che hai studiato, cercando di raggiungere quella fluidità di pensiero ed esecuzione necessaria ad ottenere in maniera costante delle buone fotografie.

Infine, potrai continuamente interfacciarti con me e con il resto del team di reflex-mania per risolvere ogni tuo dubbio, sia attraverso un indirizzo email dedicato al corso sia attraverso i moduli di contatto che troverai alla fine di ogni lezione.

Si tratta di un percorso unico nel panorama italiano, creato con l’obiettivo di farti imparare la tecnica fotografica in maniera precisa e veloce.

Lo abbiamo detto all’inizio: oggi come oggi puoi lasciar fare tutto agli algoritmi della fotocamera, ed otterrai una foto corretta.

Un po’ come quando, anche non sapendo suonare, se pigi un tasto del pianoforte puoi produrre una nota piacevole.

Ma se vuoi decidere tu e NON far decidere la tua fotocamera, se vuoi davvero imparare a suonare, la tecnica fotografica ti serve eccome.

E prima la impari bene, prima potrai, quando scatti, “dimenticare” che essa esiste e concentrati invece su quello che hai davanti e sulle idee che hai in testa.

​La nostra garanzia

​100% soddisfatti o rimborsati

​Garanzia di rimborso totale entro 60 giorni dall'acquisto. Nessuna spiegazione dovuta.

​Nella mia vita ho letto almeno una quarantina di libri di tecnica fotografica, mentre non conto neanche i libri fotografici in generale, che sono stati davvero centinaia. 

Erano tutti realizzati da autori molto capaci, spesso anche riconosciuti a livello internazionale.

Eppure non tutti mi sono piaciuti, e non tutti mi sono serviti. Questione di gusti e necessità mie, non di capacità dell’autore.

Per questa ragione, anche se sono sicuro che il nostro corso sia un investimento fantastico per ogni appassionato che voglia rapidamente imparare / approfondire la tecnica fotografica, preferisco comunque offrire una garanzia totale “soddisfatto o rimborsato” di 60 giorni. 

Cioè, per i 60 gg successivi all’acquisto, potrai cancellare la tua iscrizione ed essere integralmente rimborsato ​con una semplice richiesta via email. 

Vedi, mi piace immaginare il nostro corso come una classe, un workshop. E nessun insegnante vuole in classe uno studente adulto che non sia contento di essere là! 

Abbiamo inoltre deciso di affiancare al corso e al coaching due regali molto importanti. 

​Il primo

 MODELLARE LA LUCE.

Introduzione all'uso del flash

Il nostro nuovo manuale, grazie al quale potrai cominciare ad utilizzare il flash come un vero strumento creativo.

Molti fotografi, amatori ma non solo, snobbano l’uso del flash sostenendo che preferiscono fotografare solo “in luce naturale” (che poi, sarebbe molto più corretto parlare di luce ambiente).

Altri invece, nonostante fotografino da tempo, non sono mai andati oltre l’utilizzo del flash interno della loro fotocamera, ritenendo gli altri sistemi troppo onerosi o complessi.

Ai primi dico allora che il flash , quando usato con consapevolezza, ti dà la possibilità di avere maggiore controllo sulla resa tonale della tua immagine, senza andare in alcun modo a intaccarne l’autenticità o la naturalezza.

Ai secondi invece, dico che non è necessario utilizzare costosi flash multipli organizzati in complessi schemi di luce!

Per tutti e due abbiamo creato questo manuale introduttivo all’utilizzo del flash.

Partiremo dal capire la luce e le sue variabili - direzione, durezza, colore, intensità – e arriveremo a vedere come modellarle con l’utilizzo di un semplice flash a slitta.

Se pensi che il flash serva semplicemente per fare luce quando è buio e non lo hai mai utilizzato come strumento creativo, questo manuale è la tua occasione per cominciare a farlo.

​Il secondo

Introduzione alla Street Photography

Il  manuale con il quale imparerai ad "immergerti" nella strada per ritrarre la realtà che ti circonda. 

In più di 20 anni che fotografo ho provato un po' tutti i generi fotografici.

Fra di essi la Street Photography non solo è uno dei miei preferiti, ma è anche forse il migliore da un punto di vista didattico

Innanzitutto perché "la strada", con il suo quotidiano, è a portata di mano: non devi fare lunghi viaggi, non devi pagare una modella, non devi assistere a eventi particolari ... 

Ti basta uscire di casa con la tua macchina fotografica e, se sai cosa fare, puoi tirare fuori delle ottime foto. 

E poi perché, se ci pensi, la street photography somma in sé stessa tante abilità diverse:

Devi saperti muovere con grande energia per ore, ma anche appostare in maniera paziente, come quando fai fotografia naturalistica. 

Devi imparare ad essere discreto, quasi invisibile, ma anche - quando è necessario - saper stabilire rapidamente una relazione di fiducia con il tuo soggetto, come quando fai fotografia di ritratto. 

Devi avere riflessi rapidi e occhi e dita fulminee, come quando fai fotografia sportiva. 

Devi avere un gusto spiccato per la composizione e una grande capacità di costruire intere scene con una inquadratura, come quando fai fotografia di paesaggio. 

Insomma, devi saper adattare te stesso e la tua attrezzatura alle mille situazioni ed emozioni diverse che la strada ti presenta continuamente. 

Nel nostro manuale "Introduzione alla Street Photography" avrai una panoramica di tutto quello che ti serve per iniziare nella maniera corretta, grazie anche a un'intera sezione dedicata ad approfondire l'ispirazione che ha mosso i più grandi maestri del genere. 

Contenuto del corso

​​​Un po’ come fare le scale al pianoforte per prendere confidenza con l’armonia e per rendere le dita capaci di scivolare veloci tra i tasti, allo stesso modo noi abbiamo deciso di smontare la tecnica fotografica in tutti i suoi elementi fondamentali (e sottolineo, fondamentali), in modo da permetterti di assimilarli e comprenderli sistematicamente tutti, uno a uno.

Così da saperli poi ricombinare con consapevolezza e creatività, come un cuoco che, conoscendo a menadito i propri ingredienti, li miscela con maestria nella creazione del suo piatto.

Oltre alla tecnica vera e propria poi, ho pensato fosse importante:

  • Inserire una sezione sull’attrezzatura fotografica fondamentale. In parte perché conoscere alcuni aspetti “tecnologici” relativi alla fotocamera ti aiuta a comprendere meglio la parte tecnica. E in parte perché, oggi più che mai, conoscere un po’ l’attrezzatura ti permette di difenderti dalle sirene del marketing, risparmiando parecchi soldi e comprando solo ciò che davvero ti serve.
  • Inserire una lezione di introduzione alla post-produzione. Se, infatti, la post-produzione è un argomento così ampio da richiedere sicuramente un corso a sé (prima o poi, anzi, ne realizzeremo uno), dall’altra mi è sembrato logico, in un corso di tecnica fotografica, dare almeno qualche accenno e raccomandazione generale.

Ecco, questo è lo spirito con cui abbiamo concepito il nostro Corso Accelerato di Tecnica Fotografica:

​3 sezioni composte da 34 lezioni

Ti guideranno passo per passo attraverso tutta la teoria, senza dare nulla per scontato.


Le lezioni sono completate da 19 esercizi che includono esercitazioni pratiche e domande-quiz

Esercizi e quiz ti aiuteranno nel valutare e nel mettere in pratica ciò che hai appreso nelle lezioni teoriche.

  • ​​​Corso Accelerato di Tecnica Fotografica
  • ​​​Coaching personalizzato via email 
  • ​​​Il nostro libro: "Modellare la Luce"
  • Il manuale "Introduzione alla Street Photography"

6 Pagamenti mensili da 

​27€

​100% soddisfatti o rimborsati

​Garanzia di rimborso totale entro 60 giorni dall'acquisto. Nessuna spiegazione dovuta.

Alla fine di questo corso non avrai semplicemente imparato qualche trucchetto, avrai anche sviluppato una conoscenza approfondita e precisa della tecnica fotografica in tutti i suoi aspetti.

Indice del corso

(clicca sulle sezioni per vedere le singole lezioni)

I. Attrezzatura fotografica

II. Tecnica Fotografica

III. Composizione Fotografica

​​Appendice

Buona luce!

da Erik e tutto il team di Reflex-Mania

>